RSS Feed

Capri, tutti pazzi per i souvenir con i bozzetti di Laetitia Cerio

20/08/2012 by Francesca

CAPRI. Un souvenir griffato Cerio è diventato quest’estate l’oggetto più particolare da portare a casaa dopo una breve o lunga vacanza sull’isola. L’idea è del nipote di Laetitia Cerio, Federico, che ha voluto fissare in alcuni oggetti d’arte le immagini delle opere più significative che la figlia di Edwin Cerio ha creato nell’arco della sua lunga vita. I disegni delle opere di Laetitia trasferite su cuscini in seta o su pura canapa e che ricordano gli arredi di un’antica casa caprese fanno bella mostra di sé nel cuore della Capri antica in una deliziosa e caratteristica piazzetta a metà strada tra la piazza salotto del mondo e il lungo serpentone che porta a Tiberio.

E il percorso artistico di Laetitia, nata in Sudamerica nel 1908 da Edwin Cerio e una fotografa argentina, Helena Hosmann, dopo essere stato esposto nelle sale del Palazzo Cerio si è trasferito nei preziosi ed eleganti oggetti che suo nipote Federico, terzogenito di suo figlio Ferdinando Alvarez de Toledo, espone nella sua piccola bottega d’arte all’ombra di un piccolo oleandro che adorna la strada. I bozzetti di Laetitia Cerio oggi riproposti nei foulard, nelle pochette, sui portacellullari e portaocchiali dal nipote Federico hanno ripreso quel percorso internazionale che da Capri li porterà come ricordo dell’isola in ogni angolo del mondo: proprio come fece Emilio Pucci che affidò a Laetitia Cerio il compito di disegnare sulle sue stoffe, i tessuti, le camicie immagini e scorci dell’isola, partendo dal campanile a una particolare visione della «piazzetta circolare».


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!