RSS Feed

‘Articoli da regalo in vetro’ Category

  1. Safilo vede con Fendi il nuovo business degli occhiali da star

    luglio 15, 2014 by Francesca

    Occhiali da diva, per donne protagoniste, consapevoli del loro fascino. L’occhiale è l’accessorio che meglio svela il carettere di una donna. Safilo, il colosso dell’occhialeria griffata lo sa bene e per il lancio del nuovo modello “Color block” di Fendi ha scelto come cornice quella di Cannes, in pieno Festival del cinema con il red carpet affollato di celebrities. Per questi occhiali super fashion, la protagonista dell’evento è stata Kiesza, la giovane cantante canadese sulla cresta dell’onda con la canzone “Hideway” che l’ha resa famosa a livello internazionale. Kiesza, ex ballerina approdata nel mondo della musica, è una testimionial con un forte appeal. «Quando si lancia sul mercato un nuovo prodotto è importante esaltare il Dna che contraddistingue un marchio – spiega Massimo Zuccarelli, il direttore creativo di Safilo Fendi è innovazione, avanguardia e moda che fa tendenza. E in più questo marchio è caratterizzato da elementi forti e distintivi che ne fanno una griffe sempre molto riconoscibile». L’occhiale “Color block” con il frontale scenografico dai profili sfaccettati, nasce dall’unione di due montature, esaltate da colori a contrasto, che li rendono spettacolari e molto desiderabili.

    «È un occhiale da vera star» come ha ammesso Kiesza, protagonista anche del video di Fendi Eyewear. Il “Color block” è la punta di diamante della collezione che fa da traino ad altri modelli come quello “Vintage mood”, dal fascino retrò con una silhouette morbida e tonalità ricercate, sempre in contrasto con i colori vibranti delle aste laterali. «Nella collezione Fendi – ricorda Massimo Zuccarelli usiamo anche il codice Pequin, le famose righe nere e fango, che, dal 1983, identificano il marchio. Due colori che hanno la stessa forza del logo con la doppia F». Safilo e Fendi lavorano insieme sullo stesso fronte con una «condivisione assoluta di valori». «La creatività, il knowhow, l’alta qualità, la tradizione e l’innovazione tipici del nostro marchio spiega Silvia Venturini Fendi – si fondono alla perfezione con esperienza maturata nel corso degli anni da Safilo nel settore degli occhiali. È stimolante lavorare con un partner che, come noi, non pone barriere e per cui nulla è impossibile, proprio come il nostro motto». Dietro la nascita di un nuovo occhiale c’è un processo creativo molto elaborato.

    «C’è uno scambio continuo di idee, di opinioni e di proposte – conferma Silvia Venturi Fendi – È un processo di osmosi. Lavorare insieme, in un clima di estrema collaborazione, ci permette di migliorare e di curare gli occhiali in ogni singolo dettaglio». L’occhiale è un accessorio di culto ma non deve essere solo bello. L’importante è che sia anche funzionale, ben fatto, deve star bene al viso, essere ergonomico e deve avere lenti perfette. Tutte caratteristiche che, come ricorda Massimo Zuccarelli, «devono essere tenute in grande considerazione quando si studia un nuovo modello». Come dire, non basta schizzare su un foglio di carta la silhouette di un nuovo occhiale: l’atto creativo è molto più elaborato e complesso e richiede anche una profonda conoscenza dei materiali tecnici con cui sono elaborati. Oggi, gli occhiali sono diventati un accessorio sempre più importante, capaci di dare carattere ad un look e per valorizzare questo concetto sempre più spesso si utilizzano testimonial di forte impatto. Come nel caso di Kiesza che indossando i “Color block” spiega che «l’occhiale non è solo una eccezionale protezione quando si vogliono mascherare gli occhi dopo una notte ballerina ma sono uno strumento per dare carattere a una donna che non vuole passare inosservata».


  2. Le ombre della moda

    settembre 21, 2011 by Francesca

    Gli occhiali da sole trainano l’export del comparto: secondo i dati forniti da Anfao e Mido, rispettivamente associazione
    e fiera di categoria, nel 2010 le esportazioni di modelli fashion sono aumentate del 20,4 per cento rispetto
    al 2009, per un totale di 1.449 milioni di euro. Il prodotto made in Italy piace in Estremo Oriente, con in testa
    la Cina (più 36,6 per cento), seguita dal Giappone (più 15,2 per cento rispetto al 2009). Ma sono sensibilmente aumentate
    anche le richieste del mercato Usa (più 34,7 per cento) e di paesi emergenti come il Messico (più 33,6) e il Brasile
    (più 25,7), e dell’Australia (più 20,7 per cento).

    Complessivamente, dunque, sono state esportate 55 milioni di paia di occhiali da sole rispetto a un totale di 84 milioni di paia di occhiali. Una sorta di primato per le aziende del nostro Paese,
    che detengono una quota di mercato superiore al 27 per cento. Un’ulteriore prova di quanto piaccia l’occhiale di alta
    qualità con lavorazione artigianale arriva dal recente accordo di licenza siglato fra la De Rigo Vision Spa, con sede
    a Longarone, in provincia di Belluno, e la maison Lanvin, che con la direzione creativa di Alber Elbaz ha riportato agli
    antichi splendori la casa di moda fondata nel 1889 da Jeanne Lanvin. Le nuove collezioni saranno in vendita da Natale
    nei multimarca di ottica, nei department store e nelle boutique Lanvin sparse per il mondo. Le fashion victim sono già in
    fibrillazione.


  3. Acqua San Pellegrino

    settembre 13, 2011 by Francesca

    Che l’acqua fosse diventata un lusso .. questo oramai è chiaro a tutti! Oramai numerose maison di moda o casse di alta gioielleria, fanno a gare pur di vestire una bottiglia d’acqua in maniera insolita.

    Questa volta, la protagonista è l’acqua italiana minerale San Pellegrino, che ha subito una trasformazione provvisoria, dopo aver accettato l’invito della gioielleria di lusso Bulgari in occasione dei 125 anni.

    La bottiglia è già disponibile da Colette per tutti coloro che vogliono e amano collezionare bottiglie differenti.
    Per festeggiare i suoi 125 anni, Bulgari ha chiesto all’azienda di acqua di realizzare una bottiglia per festeggiare la mostra aperta al Gran Palais di Parigi dal titolo «125 anni di magnificenza itailiana e proprio per questa importante mostra, Sanpellegrino ha realizzato una bottiglia di acqua minerale con un’etichetta speciale in edizione limitata sulle tonalità oro.

    La maison di moda italiana Missoni ha deciso, di comune accordo con l’azienda S. Pellegrino, di realizzare una fantastica edizione speciale della bottiglia che verrà commercializzata in 120 paesi differenti.

    Questo progetto nasce dalla voglia, da parte dell’azienda italiana S. Pellegrino, di creare sinergie con altre aziende e favori la commercializzazione del Made in Italy.

    Questo nuovo progetto dovrebbe essere terminato da qui ai tre mesi, quando vedremo finalmente il risultato finale, che senza ombra di dubbio sarà colorato, di classe, in pieno stile Missoni e legato all’acqua.
    Per settembre l’arcano verrà svelato, chissà cosa saranno riusciti a creare di tanto eccezionale?


  4. Regalo Sol-Levanti

    giugno 23, 2011 by Francesca

    7 idee regalo, originali e che fanno bene al Giappone.

    1. La polo d’attrazione. E’ The Japan Hope, firmata da Ralph Lauren. I ricavi sostengono gli aiuti umanitari di United Way, ralphlauren.com

    2. Metterci il cuore. Esattamente quello che ha fatto Toy Burch con la bandiera nipponica. Risultato? Una t-shirt da collezione e tanti soldini alla croce rossa, toyburch.com

    3. Romant-icone. Gucci loves you recita la maglietta d’oro. Così il bracciale deluxe diventa un dedica d’amor, mooolto benefica gucci.com

    4. Nippo-filo. Il bracciale creato da Atelier VM, ateliervm.com, in seta e ora è leggero, costa solo 35 euro, e una parte dei guadagni va alla Croce Rossa Italiana. Cos’altro dire? “Viva Giappone” (si chiama proprio così)

    5. Gusto (im)palpabile. Un abito, due top in chiffon e una t-shirt: sono i pezzi forti che Theyskens’ Theory ha creato in esclusiva per Colette, esclusivamente per sostenere la popolazione giapponese, colette.fr.

    6. Sogni nelle cassette. Nucleare vade retro e Koi Fish: i nomi degli ultimi film di fantascienza? no, i nomi delle scatole disegnate da Barnaba Fornasetti e Alessandra Baldreschi per contenere, letteralmente, donazioni e oboli. charityboxforjapan.com

    7. Perline di saggezza. Trollbeads, brands di bijoux componibili, crea il set Kimono: sei pezzi ispirati alla sete giap, fatti in vetro giap, ideato dalla giap Nozomi Kaji. Il ricavato? Pro Giap, trollbeads.com


  5. Ricicla i tuoi regali

    giugno 3, 2011 by Francesca

    Vi è mai capitato di avere oggetti doppi in casa? O di ricevere un dono non gradito o persino qualcosa che avete già?

    Oggi da Mercatopoli è possibile portare in vendita oggetti come questi che non si desidera tenere o perchè si posseggono già o perchè non graditi. Ovviamente se qualcuno li porta in vendita sarà possibile per ogni cliente trovarli in esposizione e acquistarli a prezzi eccezionali. L’idea dei regali riciclati attuata da Mercatopoli permette di liberare armadi e soffitte in cui lo spazio viene a volte occupato da oggetti che hanno ancora la confezione originale e rubano spazio a cose che invece abbiamo bisogno di tenere.

    Questa è una delle semplici attività che permette di realizzare entrate extra a chi vende subito questi oggetti portandoli al punto vendita Mercatopoli più vicino oppure, per chi li acquista, di fare ottimi affari in occasioni particolari.

    Girodoni è un’ottima soluzione ad esempio in occasione delle feste natalizie in cui si desidera fare dei doni ad amici e parenti cari senza spendere una follia. Da Mercatopoli con Girodoni i regali riciclati hanno uno spazio dedicato, un’apposita carta da regalo e un bellissimo adesivo: sono sempre oggetti nuovi e perfetti.

    Girodoni inoltre è un modo per rispettare l’ambiente e vivvere green in tutte le stagioni ed è un servizio disponibile già in molti punti vendita del network Mercatopoli.


  6. Crea la tua insegna!

    aprile 12, 2011 by Francesca

    Ancora in ballo con le insegne luminose per la propria attività? Si spendono tanti soldi in un’insegna che nel tempo presenterà ai clienti sempre la solita scritta, divenendo poi nel tempo poco attraente agli occhi dei nuovi potenziali acquirenti. La situazione potrebbe cambiare, con la LED Handwriting Lighted Menu Sign Boards. E avere così ogni giorno una scritta diversa, una frase accattivante magari abbinata al giorno, stagione e meteo per conquistare qualche cliente in più!

    Si tratta di una lavagna ad illuminazione LED fluorescente, sulla quale è possibile scrivere ogni giorno un messaggio pubblicitario diverso per i clienti, attirando così la loro attenzione. Facile poi da cancellare, la lavagna può essere utilizzata per menù, pubblicità, offerte speciali e tanto altro ancora, scrivendo, riscrivendo e disegnando ogni traccia che possa essere distintiva per il proprio business.

    La LED Handwriting Lighted Menu Sign Boards può essere utilizzata sia all’interno dei locali sia all’esterno e funziona grazie all’alimentazione di rete. Nella parte posteriore, la lavagna presenta un unico pulsante, con il quale configurare il colore e le modalità di intermittenza delle luci, scegliendo fra 7 colori differenti e 12 tipologie di flashing ed ottenendo così diverse combinazioni multicolore.
    La lavagna ha una superficie di scrittura pari a 70×50 cm e può essere acquistata da Amazon, ad un prezzo di 159 dollari.


  7. Chivas in abiti McQueen

    marzo 14, 2011 by Francesca

    Questa settimana è la Festa del Papà, perciò da oggi vi suggeriamo una serie di idee, sperando siano originali, per sorprendere il vostro papà, o anche il vostro uomo!

    La proposta di oggi è ad alto tasso alcolico. Una bottiglia di Chivas molto originale!

    Il marchio Chivas Regal ha collaborato in armonia con la stilista Vivienne Westwood al London Fashion Week. Infatti, dopo Alexander McQueen e Christian Lacroix, è Vivienne Westwood entusiasta della nuova collaborazione.

    L’abito di questa bottiglia è fatta di tre pezzi di rivestimento in taffetà di seta. Questi sono riuniti dalla pressione del colore dorato che danno un aspetto molto particolare.

    In questa creazione, che riprende il motivo della bandiera del Regno Unito, è sottilmente evidenziate la corrispondenza tra l’anno di nascita del Chivas nel 1801 e quella della prima apparizione della bandiera della Union Jack.
    Vivienne Westwood ha inoltre spiegato la sua scelta: “Sono inglese, quindi è impossibile per me ignorare la cultura britannica nei miei progetti. È molto gratificante per me parlare con alcune delle mie creazioni in settori diversi da quello della moda. “
    Chivas Regal invecchiato 18 anni e vestito da Vivienne Westwood sarà pubblicato in edizione limitata con solo 2.500 bottiglie disponibili a livello internazionale ad un prezzo di 495 dollari o 360 euro.


  8. Diritti del consumatore

    dicembre 30, 2010 by Francesca

    Le feste natalizie sono finite, e i regali fatti e ricevuti sono tanti e diversi. Vale la pena ricordare quali sono i diritti del consumatore secondo l’associazione Aduc.

    ENE ROTTO O DIFETTOSO – LA GARANZIA
    Sei avete acquistato un bene, si può solitamente usufruire di due garanzie:
    1. la garanzia commerciale (o del produttore). Non è regolata dalla legge. E’ quindi necessario leggere le condizioni contrattuali di garanzia (solitamente all’interno della confezione) per sapere cosa ci spetta. Per ottenere una riparazione in garanzia commerciale, ci si dovrà rivolgere direttamente al produttore o ai suoi centri di assistenza.
    2. la garanzia legale (o del venditore). E’ invece prevista dalla legge a carico del venditore ed è valida per due anni dall’acquisto. Per ottenere una riparazione in garanzia legale, ci si dovrà rivolgere direttamente al venditore, mostrando lo scontrino o qualsiasi tipo di ricevuta che dimostri l’acquisto (carta di credito, etc.). Contrariamente alla garanzia commerciale, che può prevedere tutto e nulla, la garanzia legale offre determinate tutele per tutti i consumatori privati (sempre che l’acquisto sia stato fatto senza partita Iva).

    DIRITTO DI RECESSO O DI “RIPENSAMENTO”
    Per poter ottenere il cambio del bene, oppure la restituzione di quanto pagato, tutto dipende da come e dove si e’ fatto l’acquisto.
    1. Acquisti fatti in negozio o in altri locali commerciali. Salvo accordi con il venditore, la legge non prevede alcun diritto di recesso. Questo significa che non si ha diritto alla sostituzione, a buoni acquisto o altro, a meno che il negozio non sia d’accordo.
    2. Acquisti fuori dai locali commerciali (a domicilio, per strada, in alberghi, per posta, etc.). Si può recedere senza penalità e senza darne alcuna giustificazione, inviando al venditore una lettera raccomandata a/r entro dieci giorni lavorativi dalla data di sottoscrizione del contratto.
    3.Acquisti a distanza (via Internet, per telefono, etc.). Si può recedere senza penalità e senza darne alcuna giustificazione, inviando al venditore una lettera raccomandata a/r entro dieci giorni lavorativi da quando si riceve il bene.


  9. Il regalo due volte buono

    dicembre 22, 2010 by Francesca

    Il regalo di Natale può essere anche solidale. Dai prodotti siciliani coltivati sulle terre confiscate alla mafia, alle birre artigianali di una cooperativa che dà lavoro a ragazzi con problemi mentali in Emilia Romagna, ai dolci sfornati in carcere da detenuti-pasticceri. Idee per gli acquisti due volte buoni.

    1) Si chiama “Fatto in Paradiso” il vino dell’azienda Lis Neris (San Lorenzo Isontino, Gorizia) che porta il nome e l’etichetta ideati dalla giovanissima Francesca Pecorari, presa da sempre nell’attività vitivinicola della famiglia e in progetti di volontariato. Da quando Francesca non c’è più, i genitori le hanno dedicato una fondazione che porta avanti il suo sogno: aiutare i bambini che soffrono. Lo fanno con questo speciale bianco di vendemmia tardiva in formato magnum. Che non si compra, ma si riceve in cambio di una donazione (francy.org). Grazie a “Fatto in Paradiso”, giunto alla VII edizione, i bambini di sperduti villaggi nello Shan State (Birmania) e nell’Andra Pradesh (India) hanno visto crescere in poco tempo molte scuole.

    2) Il torrone della legalità. Realizzato dai ragazzi di Libera Piemonte con le nocciole raccolte nei terreni confiscati alla mafia presso la Cascina Caccia di San Sebastiano da Po, uno tra i più importanti beni confiscati alla mafia del Nord d’Italia (cascinacaccia.liberapiemonte.it)


  10. Orologio ad acqua

    novembre 8, 2010 by Francesca

    Che l’acqua fosse definita “oro blu” ormai lo sappiamo da un po’. E sappiamo che tale nome deriva dall’importanza che tale elemento ha. Senza acqua infatti, non ci sarebbe nessuna forma di vita sulla terra. E il nome “oro blu” deriva infatti dall’importanza, ma anche dal rischio che, l’attuale spreco dell’acqua, possa far terminare questa preziosa risorsa.

    E inoltre l’acqua possiede infinite proprietà. E di una sono sicura che nessuno di voi ne sia a conoscenza. E potrebbe essere una ottima idea, originale, ma soprattutto sorprendente per i nostri amici, perchè oltre a fare un regalo utile, gli permetteremmo di conoscere una proprietà dell’acqua e di salvaguardare anche l’ambiente.

    Se siete stufi di cambiare continuamente le batterie alla sveglia, questo è il gadget che fa per voi. È un orologio da tavolo, che non è alimentato né da pile alcaline, altamente inquinanti, né dalla corrente elettrica delle prese a muro. Eppure mostra continuamente la data, l’ora ed i minuti ed è in grado di verificare la temperatura dell’ambiente nel quale si trova.

    E indovinate da cosa è alimentata? Dall’acqua!

    Basta riempire con l’acqua da rubinetto la base dell’orologio: l’acqua alimenta il display LCD, il sensore di temperatura, che permette di visualizzare sullo schermo quanti gradi siano presenti in casa.

    Un gadget che rispetta l’ambiente, un bel regalo natalizio ideale per gli amici ecologisti e può essere acquistata al prezzo di 29.98$ sul portale Taylor Gifts.