RSS Feed

‘Articoli da regalo on line’ Category

  1. Incontri ravvicinati con il 4k

    novembre 3, 2014 by Francesca

    Tutto passa, in special modo nel campo della tecnologia. I dispositivi invecchiano rapidamente e la qualità è un attributo transitorio. Peggio: cambia casa di continuo, tanto che affidarsi ad una marca o ad un’altra solo in virtù del nome è rischioso. Con qualche eccezione. Nel campo dei lettori di libri digitali, il Kindle Paperwithe di Amazon resiste dal 2013, così come in quello dei tablet dove la serie Air della Apple continua ad essere la migliore considerando quel che offre e quanto costa. Tutt’altra musica nel settore dei televisori, dove i prezzi sono in picchiata libera e ormai si punta decisamente all’ultra hd (4K), quei tv che hanno una risoluzione quattro volte superiore al full hd. La Sony da circa tre stagioni continua a produrre i modelli con il rapporto migliore fra prestazioni e prezzo. Ma se cercate la qualità assoluta, allora la scelta è l’oled 4k presentato dalla Lg. Pochi millimetri di spessore, ha colori e contrasto che gli lcd si sognano. La versione più piccola, 55 pollici, sarà nei negozi prima di Natale a circa 8000 euro. Fra gli smartphone si possono avere prestazioni quasi ai vertici per 400 euro circa. L’ iPhone 6 e 6 Plus , per volere della Apple, sono gli unici beni di lusso con una qualche credibilità rimasti in circolazione. Non hanno molto di innovativo, anzi. Ma Tim Cook e compagni sono fra i pochissimi che riescono a tenere il prezzo alto.

    Gli altri, già da un anno o poco più, hanno cominciato ad offrire ottimi prodotti alla metà del costo di ieri. L’unico modello davvero esclusivo è il One della startup cinese OnePlus. Ha schermo da 5,5 pollici full hd, fotocamera da 13 megapixel, processore ai vertici e 64Gb di spazio. Costa appena 299 euro e si può comprare solo su invito, che non è detto che arrivi, iscrivendosi al forum della OnePlus. Fra i portatili gli ultrabook sono i più raffinati. Sottili, potenti, cari, si distinguono dalla massa per la leggerezza e il design. L’ Asus Zenbook Ux301 , con il suo display in 2K, è fra i più avanzati. E somiglia terribilmente nell’aspetto ai MacBook Air. I telefoni, dal canto loro, spaventano le macchine fotografiche che, a loro volta, stanno cercando di alzare la barra delle prestazioni per allontanarsi dalle camere integrate degli smartphone. Come fa la Sony a7r che è una full frame compatta da ben 36 megapixel. Il massimo, o quasi, per 1500 euro. Si paga poco meno la X100T della Fujifilm che, al contrario, punta sul design retro e sulle funzioni manuali con un mirino ottico vecchia maniera. Punta quindi sulla memoria richiamando i tempi che furono quando a regnare era l’analogico.


  2. In vacanza con i coupon

    aprile 22, 2014 by Francesca

    Soggiorni in hotel, biglietti aerei e persino crociere: nel mondo più della metà delle prenotazioni turistiche avviene via web. E in Italia sceglie questa formula il 37 per cento dei vacanzieri (dati Istat 2013). Lo fa utilizzando sempre di più i cosiddetti siti di social shopping come Groupalia, Lets Bonus e Groupon che, in un anno, ha venduto 260.000 coupon-vacanza. Il motivo di questo boom è semplice: secondo una stima dell’associazione di consumatori Adoc, i buoni permettono risparmi medi del 35 per cento, con punte del 90. «Un’offerta allettante in tempi di crisi, ma per non rimanere delusi bisogna saper usare bene questo canale di vendita» avverte Lamberto Santini, presidente dell’associazione consumatori Adoc. Ecco i suoi consigli per evitare brutte sorprese. 1Per prima cosa controlla le condizioni, in particolare la scadenza e il periodo di validità. Poi analizza anche l’offerta nei dettagli. Il coupon deve contenere sempre la voce: “il prezzo include”. Un generico “tasse aeroportuali a parte” può costarti decine di euro in più.

    Accertati che ci siano anche il numero di telefono e il sito internet del partner dell’offerta, cioè dell’hotel o del tour operator con cui andrai in vacanza. Ti servono per chiamare o verificare online le date disponibili. È meglio farlo subito. Nella maggior parte dei casi chi si lamenta dopo aver comprato un coupon-vacanza lo fa perché non riesce a prenotare nel periodo desiderato. Comunque tieni presente che se non riesci a partire perché non ci sono posti disponibili, il sito da cui hai comprato il coupon dovrà restituirti i soldi spesi oppure offrirti un buono per un hotel della stessa categoria. 3Non ti fidare della sola descrizione dell’albergo fatta dal portale che ti propone il coupon. Controlla la sua reputazione nei vari siti che raccolgono le recensioni di altri utenti.

    Considera l’incognita. Il coupon viene attivato solo dopo che è stata raggiunta una quota precisa di partecipanti. Se non si raggiunge la “soglia minima” di acquirenti, non si parte. 5Prima di acquistare, vai a vedere se altri portali hanno offerte simili oppure clicca il sito dell’albergo o del villaggio che ti interessa per vedere quali prezzi e servizi propone. E paragonali a quelli del coupon. Tre consumatori su 10 lamentano di aver ricevuto un diverso trattamento in vacanza rispetto ai “non couponisti”. 6L’ hotel che ti aspettavi nel cuore di Parigi è in realtà in periferia? Quando il buono è menzognero, il referente per il reclamo è il sito che lo ha venduto. 7Ultimo consiglio: compra solamente se sei sicura di partire. Se cambi idea o hai un imprevisto il diritto di recesso non vale. E non potrai chiedere alcun rimborso.


  3. Puro, il business dei vestiti per gli smartphone

    febbraio 5, 2014 by Francesca

    Il progresso tecnologico entra a gamba tesa nella moda e soprattutto negli accessori, nuovi protagonisti della scena fashion. Puro è l’azienda fondata da nel 2002 che ha saputo anticipare il tormentone delle cover di design griffate per smartphone e telefonini di ultima generazione portando le ultime tendenze della moda nel mondo dell’elettronica di consumo. Un comparto che non conosce crisi. Oggi la società con sede a Modena che ha chiuso il 2013 in linea con l’esercizio precedente con circa 39 milioni di euro, segnando un +70 per cento rispetto al 2011, prevede di allineare per l’anno fiscale in corso la sua crescita globale al passo con il giro d’affari del settore dell’elettronica e del digitale. L’obbiettivo è raggiungere la soglia di incremento pari al 25 per cento. «Gli acquisti di cover e astucci per telefonini evoluti, tablet e smartphone evidenziano un trend in forte ascesa legato anche all’ottimo rapporto qualità-prezzo di questo comparto di accessori», spiega Silvia Ballarini, direttore marketing e comunicazione di Puro.

    E aggiunge: «Dati i prezzi ridotti di questi prodotti i consumatori, che già investono notevoli risorse nello shopping di articoli elettronici cambiano la cover del loro smart phone come se cambiassero il proprio look: qui però l’estetica si coniuga con le esigenze pratiche di protezione e di funzionalità». Per questo la ricerca assume un ruolo chiave soprattutto nei materiali utilizzati: «Accanto alle cover universali che stanno bene con qualsiasi tipo di dispositivo digitale ci sono proprio gli articoli studiati nelle loro forme e spessori per smartphone e Ipad specifici: con Apple abbiamo sviluppato un ottimo rapporto perché amano i nostri materiali ultrasottili ma non troppo anche se Samsung e Nokia non disdegnao affatto i nostri prodotti, anzi; forse è anche merito di quell’innovativa plastica siliconata anti-urto da noi utilizzata con dovizia e che ha il giusto fit, cioè “veste” in modo appropriato quasi come un guanto, il dispositivo anche con una linearità e un gusto grafico molto apprezzato dalla nostra clientela». E siccome la produzione degli articoli digitali ed elettronici di ultima generazione è localizzata in Cina è proprio qui che giocoforza Puro realizza le sue cover: «Vogliamo essere vicini ai distretti dell’elettronica per essere più aggiornati rispetto ai nostri competitors», chiarisce Ballarini.

    La strategia futura di Puro passa per il consolidamento ulteriore del mercato italiano e per l’apertura sempre maggiore ai mercati esteri che è iniziata già 5 anni fa parallelamente alla penetrazione nel bel paese: «Nel mirino dell’azienda ci sono Russia e Brasile, in generale all’estero operiamo attraverso distributori qualificati che possano garantirci un buon posizionamento e una certa capillarità nella diffusione; nei nostri piani c’è anche uno sviluppo della rete distributiva in Nord America a cominciare dal Canada e poi negli Stati Uniti che sono molto sensibili al nostro prodotto, un dato che abbiamo percepito con chiarezza inequivocabile alla Fiera di Las Vegas: oltreoceano puntiamo su New York, Miami, la Florida e la California». E poi ci sono le licenze e le collaborazioni con marchi prestigiosi del gotha della moda: «Just Cavalli ha siglato un accordo di licenza con Puro per produrre le cover dei cellulari più avanzati, degli iphone e dei tablet: in generale prediligono fantasie esuberanti e materiali come l’eco-pelle – racconta la manager – nel frattempo siamo in trattative per un altro accordo con un big della moda italiana di cui per ora non posso svelare né il nome né i dettagli».


  4. Ultime notizie dal fronte fashion

    maggio 27, 2013 by Francesca

    il colore rosso: Ha tinto il terzo flm della trilogia di Krzysztof Kieslowski ( Film Rosso ). È stata la tinta chiave in un romanzo di successo ( Bianca come il latte, rossa come il sangue ). Simbolo di una celebre maison (rosso Valentino ), è entrato anche in una faba ( Cappuccetto Rosso ). Oggi il colore rosso diventa protagonista di un universo ancora inesplorato, quello dei gioielli, con la collezione “Rouge Passion” di Pomellato. Anelli, orecchini e pendenti in un ardente red ottenuto combinando gemme naturali con rubini e zaffri sintetici, doppiati in madreperla. Info: pomellato.it

    Scelte variabili C’è chi lo preferisce classico, chi in pelle, chi colorato da abbinare all’abito. Ma il nuovo orologio della collezione “Linea” di Baume&Mercier potrebbe mettere tutte d’accordo. Discreto, dall’eleganza senza tempo, ha una marcia in più: il cinturino intercambiabile fai-da-te. Si può scegliere tra il braccialato o le versioni in leather o satin. E, per l’estate, anche tre limited edition in pelle intrecciata a mano. Info: baume-et-mercier.it

    check in Arte e tecnologia in una valigia: “Cosmolite Limited Edition” di Samsonite. Solo in colore argento e con grafca elaborata da Lorenzo Petrantoni, graphic designer, ispirata a vecchi manuali e dizionari. Unico lo speciale materiale utilizzato, il Curv®, che permette di combinare leggerezza e resistenza. La capsule è di soli cento pezzi, in esclusiva nei due monomarca di Milano (via San Pietro all’Orto 11, via Belfore 6). Info: samsonite.it


  5. Happy List

    maggio 24, 2013 by Francesca

    9 cose che lo faranno felice questo mese..

    1. Non passare inosservato in campeggio, sotto la tenda stampata a fetta d’anguria ( fieldcandy.com, € 585).
    2. Avere la bici sempre con sé grazie al modello pieghevole che si apre in un secondo e si chiude come una valigia ( www.decathlon.it, € 549 circa).
    3. Giocare all’esploratore col borsone in canvas ultraresistente con dettagli in pelle trattata secondo i principi green ( www.timberland.it, € 189).
    4. Indossare occhiali galleggianti e completamente “accartocciabili”, a prova di spiaggia ( tecnochic.eu, € 24).
    5. Guardarsi in santa pace il numero 1 del tennis Novak Djokovic che gioca a Wimbledon (dal 24/6 al 7/7): un bel vedere anche per te!
    6. Allenarsi con stile usando il kit di pesi dal design essenziale ( www. technogym.com, € 585).
    7. Ascoltare musica senza fili dal cellulare con le cuffie wireless ( www. nokia.com, € 499 e € 299).
    8. Esibire un corpo super ambrato con la crema abbronzante alla birra ( www. lrwonder.com, € 18).
    9. Prepararsi la cena in 5 minuti mettendo in tavola la pasta (quasi) come la fa sua madre ( www. vivalamamma.com, € 3,99).


  6. Il tuo iPad diventa un pianoforte

    gennaio 7, 2013 by Francesca

    Chi avrebbe detto che i dispositivi Apple, oltre alla miriade di app che offrono, sarebbero stati anche in grado di fare da insegnante di musica? Beh, è proprio quello che possono fare grazie all’Ion Piano Apprentice!
    Questo accessorio è stato infatti creato proprio per insegnare ai principianti i primi rudimenti del pianoforte, per far sì che, anche in pochi minuti di pratica, siano in grado di suonare dei semplici brani!

    Basterà connetterlo al vostro dispositivo Apple, scaricare l’app gratuita e cominciare istantaneamente a suonare il piano! Ion Piano Apprentice è leggero, comodo da portare in giro, con altoparlanti integrati che riproducono un autentico suono di pianoforte e 25 sensibili tasti. È facile da seguire grazie al maestro in video che dimostra come suonare, mentre i tasti si illuminano indicandovi la posizione da tenere con le mani. L’app dedicata è addirittura in grado di insegnare a leggere la musica! E’ inoltre dotato di un supporto regolabile per trasformare l’iPad in un perfetto leggio (comodissimo, ad esempio, per i musicisti in tournè). Ion Piano Apprentice funziona anche come una normale tastiera per Apple da utilizzare con diversi programmi (compatibile con Core Midi).

    Caratteristiche

    Tastiera luminosa a 25 tasti per dispositivi Apple
    I tasti si illuminano per imparare rapidamente
    App gratuita per lezioni di musica
    Leggero e portatile
    Alimentato a batterie (richiede 4 x AA – incluse) o con alimentatore CA (non incluso)
    Compatibile con:
    iPhone 3GS, 4, 4S
    iPod Touch 3° e 4° generation
    iPad, iPad 2
    Core Midi


  7. Film e tv sullo smartphone dal 2013

    marzo 20, 2012 by Francesca

    Sia Vodafone sia Telecom hanno appena cominciato la sperimentazione delia rete di prossima generazione Lte, acronimo di Long Term Evolution, con l’idea di offrire i primi servizi aperti al pubblico tra fine 2012 e inizio 2013. Intanto tutti i più grandi costruttori di cellulari stanno già producendo smartphone compatibili come l’Lg Optimus Vu o il Sony Ion.

    Altrove infatti, dal Giappone alla Corea del Sud, l’Lte è realtà dallo scorso anno. Ma di che cosa si tratta? Lte è il nuovo standard per la telefonia mobile che permette di passare dalla velocità di trasferimento dati teorica, di 28 megabyte per secondo del 3G a quella di 328. Che poi si potrà evolvere fino a 3 giga al secondo.

    Nella pratica, di solito, le cose vanno diversamente che in teoria, ma dalla prova che abbiamo fatto in strada a Seul, l’Lte sembra garantire davvero una banda dieci volte più larga dell’attuale. Quanto basta per godersi un film in alta definizione in streaming mentre si viaggia in autobus o in macchina. Di qui dispositivi come l’Optimus Vu, con display da cinque pollici informato quattro terzi cellulare tutto schermo pensato per l’era dei video fruiti in mobilità. 0 come lo Ion della Sony, un tempo Sony Ericsson, con display da 4,6 pollici e fotocamera che arriva a 12 megapixel.

    Del resto già oggi in Italia i video rappresentano più del 50 per cento del traffico dati su dispositivi mobili Facile immaginare quanto cambierà il mondo televisivo quando avremo per le mani apparecchi del genere. Compagnie telefoniche permettendo: è infatti probabile che queste all’inizio propongano tariffe particolarmente alte.


  8. L’alternativa all’iPad

    marzo 5, 2012 by Francesca

    Finalmente un tablet che sembra un portatile.
    Anzi: finalmente un’alternativa dignitosa alTiPad. L’Eee Pad Transformer Prime della Asus è infatti il primo tablet a essere dotato del processore più potente in circolazione per questo tipo di device, il Tcgra 3 della nVidia quattro care, e di sistema operativo Android 4.0. Versione che, come già detto in passato, è l’unica del sistema ma de in Google che funzioni davvero. Ha poi uno schermo da dieci pollici di ottima qualità (super ips plus), è abbastanza sottile, pesa poco meno di un iPad 2, ha una fotocamera con sensore emos da ben 8 megapixel e monta 32 Gb di memoria. Ma, soprattutto, ha una tastiera che allunga l’autonomia delle batterie, da 12 a 18 ore, e ne fa all’occorrenza un vero notebook.

    Il processore grafico integrato, a 12 care, permette di usare videogame di qualità elevata, applicazioni per l’elaborazione di video e foto e di riprodurre filmati infidi hd collegando il tablet al televisore via porta hdmi. Macchina potente quindi, anche se poi le applicazioni che la sfinttano sul serio per ora sono poche, e rifinita con una certa cura. Usandola, da subito l’impressione di poter sostituire il portatile quasi completamente e, se restano dei dubbi, riguardano più la disponibilità di software per lavorare che le capacità della macchina.

    Il prezzo poi, 599 euro con la tastiera, è interessante, visto clie un iPad2 da 32 Gb ne costa 584. A proposito di Android 4.0 vi segnaliamo anche l’uscita di un tablet low cast, Smart Pad 715c, con schermo da sette pollici. La risoluzione è bassina, 800 per 480 pixel contro i 1024 per 768 deU’iPad2 e i 1200 per 800 dell’Asus. Ma costa appena 119 euro.


  9. Regala un app: ultime novità

    febbraio 28, 2012 by Francesca

    TWEETBOT (per iPhone e iPad, 2,39 euro) Solo per chi vive di Twitter, dato che è una app a pagamento ed esiste quella gratuita ufficiale. Ma nel suo genere è fra le migliori. Semplicissima, riassume e organizza contatti, messaggi, note, email

    SMURFS’ VILLAGE (per iPhone, iPad e Android) I puffi in versione gioco di strategia. Gargamella ha trovato il loro villaggio e ora va ricostruito. Una sorta di Age of Empires semplificato ma divertente

    SLOW WINE 2012 (per iPhone o iPad, 7,99 euro) Si cerca in base ai vini, alle cantine o all’area geografica. Ottomila etichette in tutto, come nella guida cartacea (costa 20 euro circa).nNessuna immagine, ma la si può aggiungere con la fotocamera

    SHAKE YOUR STYLE (per iPhone, 0,79 euro) Bisogna, in primis, fotografare il proprio guardaroba. Poi, al momento dell’acquisto di un nuovo capo, lo si immortala, si scuote l’iPhone e la app propone tutti gli accostamenti possibili

    ONAVO (per Android, gratuita) Contro la follia di quei piani tariffari che fanno pagare la navigazione in base ai dati scaricati. Onavo consente di controllare e limitare l’accesso al Web quotidianamente, settimanalmente o mensilmente

    MONOPOLY HOTEL (per iPhone e iPad, gratuita) Il modello “freemium”, dove si pagano i contenuti interni al gioco, a volte è estenuante. Come in questo caso. Per costruire gli alberghi, ben presto bisogna sborsare soldi veri

    BUMP (per iPhone e Android, gratuita) Basta avvicinare i telefoni per condividere foto, contatti e applicazioni. L’hanno scaricata 75 milioni di volte e la versione per Android, appena uscita, è la più completa

    BEAT SNEAK BANDIT (per iPhone e iPad, 2,39 euro) Grafica anni Cinquanta che lascia il segno e struttura di fondo sui generis: per far avanzare il nostro alter ego si tocca lo schermo a tempo di musica. Notevole

    BAKERY HOUSE ITALIA (per iPhone e iPad, gratuita) Applicazione dell’omonimo negozio di dolci romano. Ma con un vantaggio: è gratuita e c’è una discreta sezione di ricette per preparare muffin e altri dolci


  10. I must della settimana

    gennaio 26, 2012 by Francesca

    1 Il collier da regina Le fan che hanno fatto registrare il tutto esaurito ai concerti milanesi e romani del tour di Laura Pausini l’avranno sicuramente notato: la diva del pop italiano aveva un collier mozzafiato, degno di quelli indossati dalle regine dell’Ottocento. È la collana Parade dell’ultima collezione Swarovski: la trovate già nelle boutique del marchio, se vi va di sentirvi principesse per una sera.
    2 Gli occhiali glam Le tre righe (verdi ai lati e rossa al centro) e la doppia G intrecciata: gli inconfondibili simboli di Gucci spiccano sulle aste di questi occhiali della linea sole 2012. Sono in vendita, in anteprima, in tutti i negozi Ottica Avanzi fino alla fine di gennaio. Cosa aspettate?

    3 Il doposci “eco” È vero che finora non ha nevicato tanto. Ma se non volete farvi trovare impreparate, sia che andiate a sciare sia che abitiate in città freddissime, il moon boot più carino è quello di North Star: in ecopelle bianca, ha il gambale rivestito in pellicciotto sintetico. Ora nei negozi Bata.
    4 La penna portafortuna All’anno del Drago, che secondo il calendario cinese inizia il 23 gennaio, è dedicata la nuova penna creata da Caran d’Ache. Nera, con l’ideogramma del dragone laccato in rosso e la punta placcata in oro, è in edizione ultralimitata: solo 888 esemplari. Ogni riferimento al numero portafortuna 8 è puramente voluto…

    5 la borsa allegra e chic Pois, rombi, spirali e tanto, tanto colore. La shopping bag della Foulard Collection di Marni ricorda le sete stampate indossate da Jackie Kennedy, ma anche i caleidoscopi con cui giocavamo da piccole. Bon ton e allegria in un’unica borsa. Su www.marni. com questa settimana.
    6 il diario della felicità Siete rimasti senza l’agenda per l’anno nuovo? Approfittatene per comprare subito “Ohappydays!2012” di Ideolink. Su ogni pagina c’è una pillola di felicità. E il ricavato delle vendite andrà a sostegno dell’organizzazione umanitaria Cesvi per i suoi progetti di sviluppo in tutto il mondo.