RSS Feed

Centimetri liquidi

21/03/2013 by Francesca

Le americane li snobbano, le asiatiche ne vanno matte. A sorpresa, in Europa il Paese più interessato ai beauty drinks è l’Italia dove, secondo una ricerca di Mintel, una persona su nove assume integratori. Dopo la partnership tra Coca Cola e il gigante farmaceutico Sanofi per il lancio francese di Beautific, bevanda che promette di rinforzare unghie e capelli, c’è grande attesa per l’arrivo dei primi biscotti antistress, frutto della collaborazione tra i laboratori Pierre Fabre (gli stessi di Avéne, Klorane, etc) e quelli di un produttore di dolciumi d’oltralpe, Poult. Il loro punto-forza? Una tecnologia che integra i principi attivi dopo la cottura dei biscotti, fase in cui andrebbero distrutti. Ma con l’arrivo della primavera, gli integratori più richiesti sono gli snellenti, a partire dai drenanti che stimolano l’eliminazione di tossine e liquidi che bloccano la perdita di peso. Addirittura, l’acqua in eccesso può comportare un aumento di peso variabile da uno a otto chili e, secondo i dati di Oenobiol, causa la sensazione di appesantimento delle gambe al 32% delle donne. Il marchio francese propone dunque Aquadrainant, pillolle a base di vitamina C e polifenoli dei semi d’uva. L’italiana Erbamea, appena sbarcata anche nel mercato coreano, punta sulle Gocce Idrolinea, formulate senza glutine, con tarassaco, té verde, alga bruna e la betulla come attivo star.

Libera le gambe dal senso di gonfiore con l’azione di un cocktail botanico. Gocce Idrolitica di Erbamea L’Erbolario (12 euro). Favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Drenact 500 di Marco Viti (in farmacia, 15 euro). Con vitamina C e polifenoli dei semi d’uva, stimola il drenaggio linfatico. Aquadrainant di Oenobiol (in farmacia, 26 euro).


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!