RSS Feed

Dico sì con gli short

16/07/2014 by Francesca

La it girl Olivia Palermo li ha scelti per il suo matrimonio, come ha fatto prima la showgirl Elena Santarelli . Ed è subito tendenza moda Se vuoi fare come le it girl, sposati in shorts. Ai pantaloncini corti come capo indispensabile dell’estate avevamo fatto l’abitudine, ma vederli indossati da una sposa il giorno del suo matrimonio è tutta un’altra cosa. L’attrice e icona di stile newyorkese Olivia Palermo, 28 anni, ha definitivamente sdoganato questo capo quando, il 29 giugno, si è sposata con rito civile a Bedford, nello stato di New York, con il modello tedesco Johannes Huebl , con il quale è fidanzata dal 2008. Per lo scambio delle promesse, Palermo ha deciso di non nascondersi in un abito effetto meringa, ma ha scelto un insolito tre pezzi della stilista di origini venezuelane Carolina Herrera: maglia in cashmere color crema, shorts e, a fare da gonna, veli di chiffon ricamati e arricciati .

Ai piedi, dato che la tradizione nuziale prevede di avere “qualcosa di blu”, Olivia ha scelto le décolletée cobalto forse più famose al mondo: le Hangisi di Manolo Blahnik, cioè le scarpe indossate anche da Carrie Bradshaw, la protagonista del film Sex & the City , interpretata dall’attrice Sarah Jessica Parker, il giorno del sì cinematografico. Calzature a tacco 12 che Olivia già aveva indossato in passato e che l’hanno aiutata a compensare il suo metro e 63 di statura a fianco del modello tedesco. Lo sposo, invece, era in completo chiaro di Anthony Hamburg, cravatta Charvet e fazzoletto da taschino di Etro. In Rete, dove le foto ufficiali del matrimonio, postate su Instagram da Johannes, sono state ritwittate migliaia di volte, la scelta della sposa di optare per gli shorts è stata molto dibattuta. Le sue fan sottolineano che Olivia aveva sdoganato i pantaloncini nelle prime file delle sfilate di Parigi (in marzo si era presentata così da Valentino) e che ormai quello, assieme alla borsa Birkin di Hermès, è un po’ il suo capo simbolo. Le esperte di moda e le stylist, invece, ricordano alle aspiranti spose che il dettaglio moda era già lì da tempo: nelle collezioni degli stilisti più amati, gli shorts da cerimonia ci sono, eccome, e in diverse declinazioni .

Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che amano usare il Sangallo per le loro creazioni, in passerella hanno fatto sfilare shorts iper romantici che sarebbero perfetti corredati da velo e bouquet, mentre per Blumarine, Anna Molinari ha optato per il pizzo bianco panna; lo statunitense Michael Kors invece ha puntato sul cotone traforato. A Parigi la tendenza shorts era fortissima: Peter Pilotto non ha tradito i codici futuristici della sua estetica e ha declinato gli hot pants a vita alta in tessuto jaquard, mentre la grande protagonista della sfilata di Rochas è stata la seta. Sulle passerelle di Isabel Marant, designer amatissima da tutte le parigine e no, il rimando al mondo della danza era chiarissimo, tanto che i suoi pantaloncini in cotone sembravano rubati a una moderna étoile. Ma un precedente di neosposa in pantaloncini l’abbiamo già avuto anche in Italia. La showgirl Elena Santarelli, per il suo matrimonio con l’ex calciatore Bernardo Corradi, alla festa seguita al sì ha indossato un secondo abito da sposa firmato Alberta Ferretti : una mini tuta di pizzo con profonda scollatura su base di tulle, con un’ampia gonna applicata in chiffon di seta, che poi ha tolto.

Ovvero una versione sexy e chic del look scelto da Olivia Palermo. In fondo, è difficile darle torto. Ormai una tendenza forte, in fatto di matrimoni, è organizzare cerimonie meno ingessate, magari in località esotiche, che prevedano un abbigliamento più rilassato. Allora, meglio limitare strascichi e gonne gonfie, optando per un paio di shorts. Senza dimenticare che una vera it girl cercherà di sorprendervi ancora alla prima occasione disponibile. Olivia, per esempio, sta già preparando il suo secondo matrimonio: quello in shorts a Bedford è stato civile, ora i fan la aspettano alla prova in chiesa. Ci sarà un nuovo vestito . E tutto lascia pensare che a firmarlo sarà quel suo amico che di nome fa Valentino Garavani. Se così fosse, provare a imitarla sarebbe davvero difficile.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!