RSS Feed

E dentro la Shopper mi porto tutta la casa

25/10/2013 by Francesca

Impossibile pensarlo fino a pochi anni fa: una borsa grande, capiente, che ricorda le sporte che un tempo si usavano per la fare la spesa, sempre più raffinata e lussuosa. Unica. Con modelli divenuti classici ma in continua evoluzione, materiali preziosi come il saffiano o la nappa più morbida o pratici come il pvc, la stoffa indrorepellente o le tele mongram delle griffe di grido. Impensabile ancora oggi per quelle donne che preferiscono portarsi dietro solo l’essenziale, la carta di credito o giù di lì, e allora optano sulle tracolline da nascondere sotto al cappotto, fondamentale per tutte le altre che mettono in quelle che ormai tutti chiamano le shopper tutto quello che necessita per la giornata: portafoglio, portaocchiali, trousse per il beauty, i-pad, due telefoni con caricatori, agenda cartacea per le nostalgiche, bottiglietta per l’acqua, libri e giornali, documenti per il lavoro, minipiumino arrotolato nel sacchetto, barrette energetiche, ecc ecc.

Lussuosa come la pochette All’infinito per le esigenze delle donne di oggi che lavorano tutto il giorno e si portano dietro, nella borsa che per forza diventa grande, un po’ tutta la loro casa. E se la sera si deve uscire, ecco il filo di perle che esce dal taschino con la zip e la scarpa con tacco a spillo che sostituisce la ballerina o la sneakers. Sempre dentro la maxibag a mano. Non c’è stilista che non metta in collezione la shopping bag di stagione, spesso lanciata sulle passerelle con la stessa importanza delle pochette da sera. Perchè c’è la praticità ma anche il business. Così Ferragamo piazza il suo Gancino come decoro sulla shopping di pitone che è così morbida che la puoi piegare nella trolley, Gucci la nobilita mettendoci su i manici di bambù che sono una delle icone della maison, Louis Vuitton declina il modello Neverfull (forse il più copiato al mondo) dal Monogram al Damier e nelle ultime collezioni la dilata con due “orecchie” colorate sui lati, Céline con l’intuizione della stilista Phoebe Philo la rende semplice come un sacchetto della spesa e la propone bicolore, spartane quelle di Jil Sander, artistiche quelle di Marni con stampate sul pvc le opere dell’artista argentina Romina Quiros.

Evviva il bicolore Giuliana Marchini che col marito Silvano Gerani ha fondato Iceberg ha creato la borsa “Giuliana”, bicolore azzurra e blu, gialla e arancio, ma anche in nappa e cavallino nero, molto elegante. E ancora le creazioni di Braccialini, Gherardini, Carpisa, Emporio Armani col velluto di neoprene, Loewe col modello Amaya stringato ai lati come un corsetto. Non sfugge al trend Fendi per le versioni superlusso&superchic, e neppure Valentino che la profila di borchiette d’oro, Coccinelle, Max & Co, Roberto Cavalli, Chanel che ha lanciato per prima volta la shopping di nylon trapuntato.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!