RSS Feed

E venne ancora il turno del piumino

04/11/2014 by Francesca

In Toscana il freddo vero, quello che “taglia” la faccia, arriva quando soffiano i venti da nord. E allora un bel piumino è quello che ci vuole, per stare al calduccio e ripararsi nel caso cada anche qualche goccia di pioggia. E visto che il nostro territorio esprime grandi griffe e laboratori dove la moda si fa dall’A alla Z, nel senso che al percorso creativo segue anche la manifattura, ecco sbocciare i piumini couture che sfilano sulle passerelle. Fra questi troviamo quelli del marchio Peuterey, azienda che ha sede ad Altopascio dove il direttore creativo Riccardo Coppola, livornese doc, ma carrarese di adozione, disegna e realizza i piumini multitasking e confortevoli che hanno conquistato i mercati di mezzo mondo. Innovazione e creatività, tecnologie all’avanguardia per tessuti e imbottiture, ed ecco che il piumino si destreggia alla grande fra inverno e primavera-estate, grazie allo studio delle diverse pesantezze, calibrate sia per il grande freddo sia per difendersi dall’umidità delle sere d’estate quando diventa piacevole avere le spalle coperte in maniera leggera.

Per questo autunno-inverno, i piumini Peuterey lunghi e corti, sia da uomo che da donna, presentano tagli puliti e impunture capaci di modellare il capo sul corpo di chi lo indossa, come fossero tagliati su misura. Particolare e molto contemporanea, poi, la stampa Duane (nelle varianti in rosso e in blu), che caratterizza i piumini corti e avvitati con allacciatura posteriore, che si ritrova anche su camicie e altri capi di abbigliamento della griffe. Sfogliando il book della collezione troveremo poi modelli in tinta unita che al classico nero oppongono ad esempio una bellissima tonalità di rosso, per piumini che spesso hanno il cappuccio ornato di pelliccia. Le fantasie, poi, le ritroviamo anche nei modelli per la prossima primavera-estate presentata a Milano durante l’ultima settimana della moda. Piumini leggerissimi che traggono ispirazione dai colori pieni e dai sapori piccanti del Nepal.

Un’esplosione di stampe e motivi caratterizzati da scelte cromatiche decise (giallo, fucsia, blu, verde…) per trovare stampe floreali che sembrano rubate alla tradizione della pianura del Gange mentre lo spolverino peso piuma mescola il blu marino dell’esterno con fodere che fanno risplendere tinte come il giallo zafferano, il verde cardamomo e il rosso paprika. Non mancano poi il parka e la mantella con cappuccio waterproof per difendersi dagli acquazzoni improvvisi di mezza estate. Le linee per la bella stagione ricordano quelle a trapezio e per i capi più leggeri sposano anche la fantasia a quadrettini Vichy. «Abbiamo pensato ad una collezione confortevole, ma con una suggestione esotica ispirata, come accennato, ad un viaggio in Nepal – spiega il direttore creativo Riccardo Coppola – Per questo abbiamo pensato a dettagli inediti, giusto compromesso fra creatività, tecnologia e praticità quotidiana»


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!