RSS Feed

Giacinto, gioco e divertimento

26/11/2010 by Francesca

Il Giacinto

Se non t’arridon l’ore
serene avventurose,
ah non cercare le rose
del vergin mattin.

Ah! Non cercare un fiore
che al tuo dolor contrasti!
Un bruno fior ti basti
sovra il cadente crin.

Di pallidi Giacinti
La tua ghirlanda sia;
o giovinetta mia,
sei pallida così.

In quel color son tinti
i tuoi begli occhi onesti,
quel fior somiglia i mesti
tuoi solitari dì.

Antonio Peretti

Nel linguaggio simbolico il Giacinto simboleggia la Benevolenza, forse in memoria di quella dimostrata da Apollo verso Giacinto. Sta anche a significare la Gelosia e l’accettazione di un appuntamento. È peraltro un fiore melanconico che risveglia idee patetiche e luttuose, e molti poeti lo hanno fatto emblema del lutto.

Giacinto (in greco: ὐάκινθος), fu amato da Zefiro e da Apollo. L’amore di Apollo era tanto grande che pur di stare insieme a Giacinto tralasciava tutte le sue principali attività, accompagnando l’inseparabile amante ovunque egli si recasse. Un giorno i due iniziarono una gara di lancio del disco. Apollo lanciò per primo il disco, che deviato dal geloso Zefiro, colpì alla tempia Giacinto, ferendolo a morte. Apollo cercò di salvare il giovane adoperando ogni arte medica, ma non poté nulla contro il destino. Decise, a quel punto, di trasformare l’amato in un fiore dall’intenso colore rosso porpora, il colore del sangue che Giacinto aveva versato.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!