RSS Feed

Gli arredi sono sempre più «griffati»

19/06/2014 by Francesca

Il debutto più recente è avvenuto al Salone del Mobile, nella boutique di piazza della Scala, dove Tomaso Trussardi ha accolto vip e ospiti per presentare la nuova collezione Trussardi Casa: realizzata con Luxury Living Group di Alberto Vignatelli, la collezione va ad aggiungersi alle già numerose proposte che i marchi della moda offrono agli appassionati delle griffe. L’espansione al settore del progetto domestico, infatti, ha già attirato diversi celebri marchi della moda – da Armani a Fendi, da Kenzo a Cavalli, da Missoni a Bottega Veneta, a Hermès – ideatori di collezioni che rispecchiano l’identità dei vari brand: le proposte coinvolgono tutti gli ambienti della casa, sono accomunate dall’assoluta eccellenza dei materiali e delle manifatture e mirano a quel target di fascia premium che ama lo stile internazionale e la riconoscibilità del marchio.
In questo tipo di operazioni giocano un ruolo decisivo sia la capacità produttiva italiana, sia il contributo dei protagonisti del design: nel caso di Trussardi Casa quello dell’architetto Carlo Colombo, prolifico fautore di uno stile composto e contemporaneo, che non disdegna gli echi del passato, reinterpretandoli con ironia. Ne ha dato prova anche nella collezione Trussardi, con la poltroncina A-round, dalla struttura in elementi tubolari dalle linee sinuose, che si intrecciano per sostenere schienale e sedili tondi in pelle o tessuto. O con la poltrona Cipcip, che presenta una la seduta monoscocca dalle forme stondate, rivestita in pelle pregiata e con cuciture a vista.

Fendi Casa, collezione da anni presente sul mercato e molto articolata, anch’essa prodotta da Luxury Living Group, ha presentato quest’anno nuovi divani caratterizzati dal segno pulito e raffinato di Toan Nguyen, come i modelli Hampton e Diagonal, e ha avviato una nuova collaborazione con il designer bretone Thierry Lemaire, che opera nell’ambito del lusso internazionale e dell’hotellerie: Lemaire ha firmato la collezione Star, caratterizzata dal segno della stella in ottone sul piano del grande tavolo in ebano Macassar, e che si estende alle sedie, ma anche alle credenze e alla consolle. Ugualmente lunga e importante la storia di Missoni Home, collezione per la casa di imbottiti e complementi tessili curata da Rosita Missoni, che vi trasferisce la sua ormai leggendaria sapienza nell’ambito dei tessuti e dei colori: nella nuova collezione 2014 i divani dalle forme essenziali e squadrate Nap sono rivestiti dal tessuto matelassé Pittsburgh a scacchi colorati grandi e piccoli su fondo bianco, mentre i tondeggianti imbottiti Tiamat (divano e poltrona) sfoggiano le cascate di fiori dei tessuti stampati e ricamati Paraiba e Palmeira.

Mirano all’assoluta eccellenza delle lavorazioni e dei materiali le proposte per l’illuminazione delle nuove collezioni Armani/Casa ed Hermès. Per Armani l’ispirazione è venuta dal cielo: le tre nuove serie di luci, infatti, si chiamano Hack, come la scienziata Margherita, Halley, come la cometa, e Hyades, come l’ammasso di stelle più vicino al sistema solare; da tavolo o da sospensione, sono realizzate in vetro secondo antiche tecniche muranesi, che sovrappongono strati di vetro di diversi colori e foglie d’oro, generando effetti marmorei e poetiche luminescenze. Hermés, invece, si è rivolto al suo materiale d’elezione, il cuoio (la maison è nata come selleria), con cui Michele De Lucchi ha rivestito le due collezioni di lampade di cui è autore: le Pantographe, caratterizzate dal braccio che richiama la forma e il movimento dei pantografi, e le Harnais (bardatura, in francese), con lo stelo che ricorda le finiture delle briglie dei cavalli.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!