RSS Feed

Il maschio pavone fa la ruota sotto il completo tre pezzi

18/07/2014 by Francesca

Ciò che vogliono veramente gli uomini. Così sembra la pensino i francesi riguardo alla moda italiana stando al titolo consuntivo di Le Figaro al termine della fashion week milanese. Ma non si tratta solo di un approccio italico legato alle collezioni uomo estate 2015. Da sempre la moda è un settore particolarmente attento a ciò che accade nella realtà, checché ne dicano in molti. Così queste ultime stagioni sono state di rifessione per le griffe italiane (ma non solo per loro) per andare incontro ai cambiamenti del mercato e alle esigenze dei compratori, sempre più d’oltreconfne. Il risultato è stato un evidente incontro tra mondi. Quello tra eleganza formale e sportswear. L’etichetta del risultato è, per dirla british style, una “free elegance”, dove il “formale rilassato” sta nel lasciarsi andare e far convivere il completo tre pezzi con le sneaker; prediligere accessori, in particolare le scarpe, dove la commistione tra materiali o la scelta di sosfsticate lavorazioni dominano. Gli uomini oggi vogliono essere eleganti ma comodi. Forse da sempre.

Sarà anche per questa ragione che quel vezzo di portare le scarpe stringate e strutturate senza calze ha preso piede anche in luoghi non sospetti.
In molti giurano che è solo un “vezzo”: una calza nelle occasioni formali resta imprescindibile. Senza poi dimenticare quello che Bill Cunningham, fotografo Usa del New York Times nonché attento osservatore di costume, ha defnito come “peacock revolution”: la rivoluzione del maschio pavone attento ai dettagli, specie se colorati, di un nuovo rinascimento sartoriale. Dolce & Gabbana l’hanno confemato mostrando le plurime anime del maschio di oggi. Da un lato, una sflata intrisa nella virilità a tratti azzimata, dei toreador iberici, così sensuali e così preziosi nel vestirsi. Citando quell’antica memoria della dominazione spagnola in Sicilia. Nel contempo, a conclusione della fashion week milanese, evento per mostrare la neonata Sartoria bespoke, deflato cuore del grande negozio milanese su corso Venezia. Alla fne di Milano Moda Uomo la sensazione è stata quella di una ricerca di stabilità per affrontare il futuro. In particolare Expo. Firenze con l’ultima edizione di Pitti si è data molto da fare per celebrare il 60esimo della nascita del Centro di Firenze moda italiana. A settembre il volto fashion di Milano (e non solo lui) dovrà dimostrare di essere pronto a trasformarsi per Expo, nell’ombelico del mondo.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!