RSS Feed

Il punk è chic

26/11/2014 by Francesca

Borchie, tessuti di pelle, jeans strappati. E ancora Converse, Dr Martens, biancheria a vista. Che cosa hanno in comune tutti questi elementi con le passerelle dell’alta moda? Un viaggio chiamato punk, ma declinato in chiave chic. Un viaggio iniziato più di quattro decenni fa. Siamo a Londra, all’inizio degli anni 70. Malcolm McLaren, produttore dei Sex Pistols, e Vivienne Westwood aprono un negozio di abbigliamento a King’s Road e lo chiamano “Let it Rock”. Le creazioni della Westwood contribuiranno a cristallizzare in uno stile il modo di vestire della nascente subcultura punk. Trasformeranno in moda la trasgressione e l’aggressività che segneranno profondamente un’epoca.

Dallo street style all’alta moda, il passo è breve: alla fine degli anni 70, sarà la stilista inglese Zandra Rhodes a inserire i primi elementi punk nelle sue collezioni, addolcendoli però degli aspetti più estremi. Da allora, passando per Gianni Versace e arrivando fino alle cantanti Avril Lavigne e Miley Cyrus, lo stile neo-punk non ha mai smesso di attrarci. Per esprimere il nostro animo ribelle, ma con classe. Come potrebbero cantare i Sex pistols: «I wanna be anar-chic!» Piccoli Consigli Per far capire subito il mood di quest’inverno il berretto in lana nero con la scritta Punk bianca, Betsey Johnson (23,00 euro). L’alternativa ai soliti, ma amatissimi, Dr Martens è lo stivale in pelle con la suola carrarmato in gomma, maxi cinturini removibili e regolabili con fibbia in finitura canna di fucile Strategia (416,00 euro). Un’altra nostra passione, le Converse All Star, in tartan rosso (100,00 euro). Se non potete rinunciare ai tacchi, la scarpa punk per voi è lo stivaletto di Valentino Garavani in vitello stampato con dettaglio microstuds in metallo finitura platino. Due cinturini regolabili, tacco 10 ( 890,00 euro). La camicia perfetta è di Gant (99,00 euro), in flanella, con vestibilità maschile, stampa check, da portare rigorosamente over e aperta sopra una t-shirt stampata come quella di Alexander McQueen, oversize, in cotone stampa teschi (195,00 euro). Jeans 5 tasche in denim elasticizzato e lavato, con dettagli molto consumati.

Gamba strettissima e vita alta. H&M (39,99 euro). L’iconica borsa Faubourg di Ermanno Scervino si riempie di borchie applicate artigianalmente sulla pregiata nappa. ( 2600.00 euro). Il vestito punk è a corolla in jersey con dettagli in pelle. Max&Co (199,00 euro). Sopra il chiodo in pelle accoppiata a lana, chiusura con zip obliqua, due tasche a filetto con zip sul fronte.Pinko (720,00 euro). E per le fredde serate invernali la calda felpa stampa leopardo rosso di Shoeshine (34,00 euro). Da vera principessa punk l’abito da sera con body a bustier interamente ricoperto di cristalli ton sur ton e maxi gonna più fusciacche e morsetti decoro. Atelier Versace. E non dimenticatevi il bracciale in pelle di vitello effetto vintage con borchie argento di Balenciaga (195,00 euro).


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!