RSS Feed

In vacanza con i coupon

22/04/2014 by Francesca

Soggiorni in hotel, biglietti aerei e persino crociere: nel mondo più della metà delle prenotazioni turistiche avviene via web. E in Italia sceglie questa formula il 37 per cento dei vacanzieri (dati Istat 2013). Lo fa utilizzando sempre di più i cosiddetti siti di social shopping come Groupalia, Lets Bonus e Groupon che, in un anno, ha venduto 260.000 coupon-vacanza. Il motivo di questo boom è semplice: secondo una stima dell’associazione di consumatori Adoc, i buoni permettono risparmi medi del 35 per cento, con punte del 90. «Un’offerta allettante in tempi di crisi, ma per non rimanere delusi bisogna saper usare bene questo canale di vendita» avverte Lamberto Santini, presidente dell’associazione consumatori Adoc. Ecco i suoi consigli per evitare brutte sorprese. 1Per prima cosa controlla le condizioni, in particolare la scadenza e il periodo di validità. Poi analizza anche l’offerta nei dettagli. Il coupon deve contenere sempre la voce: “il prezzo include”. Un generico “tasse aeroportuali a parte” può costarti decine di euro in più.

Accertati che ci siano anche il numero di telefono e il sito internet del partner dell’offerta, cioè dell’hotel o del tour operator con cui andrai in vacanza. Ti servono per chiamare o verificare online le date disponibili. È meglio farlo subito. Nella maggior parte dei casi chi si lamenta dopo aver comprato un coupon-vacanza lo fa perché non riesce a prenotare nel periodo desiderato. Comunque tieni presente che se non riesci a partire perché non ci sono posti disponibili, il sito da cui hai comprato il coupon dovrà restituirti i soldi spesi oppure offrirti un buono per un hotel della stessa categoria. 3Non ti fidare della sola descrizione dell’albergo fatta dal portale che ti propone il coupon. Controlla la sua reputazione nei vari siti che raccolgono le recensioni di altri utenti.

Considera l’incognita. Il coupon viene attivato solo dopo che è stata raggiunta una quota precisa di partecipanti. Se non si raggiunge la “soglia minima” di acquirenti, non si parte. 5Prima di acquistare, vai a vedere se altri portali hanno offerte simili oppure clicca il sito dell’albergo o del villaggio che ti interessa per vedere quali prezzi e servizi propone. E paragonali a quelli del coupon. Tre consumatori su 10 lamentano di aver ricevuto un diverso trattamento in vacanza rispetto ai “non couponisti”. 6L’ hotel che ti aspettavi nel cuore di Parigi è in realtà in periferia? Quando il buono è menzognero, il referente per il reclamo è il sito che lo ha venduto. 7Ultimo consiglio: compra solamente se sei sicura di partire. Se cambi idea o hai un imprevisto il diritto di recesso non vale. E non potrai chiedere alcun rimborso.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!