RSS Feed

Integratori istruzioni per l’uso

24/07/2013 by Francesca

D’estate il consumo degli integratori vola. Vuoi perché l’alimentazione si fa mordi-e-fuggi, vuoi perché in tanti ricorrono al beta-carotene in pillole per “accelerare” l’abbronzatura, fatto sta che la convinzione che qualche minerale, vitamina o nutriente in più faccia bene è assai diffusa e radicata. Domanda: ma se si è in salute, è necessario prenderli? «In generale, se la persona è sana e la sua dieta è varia e tale da comprendere anche tre porzioni di frutta e due di verdura al giorno, riconducibili ai cinque colori essenziali per il benessere (giallo-arancione, rosso, bianco, verde, violablu), no, non è necessario», dice Samir Giuseppe Sukkar, responsabile dell’Unità Operativa di Dietetica e Nutrizione clinica all’Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova (nonché autore del libro La dieta Sukkar , pubblicato dal Pensiero Scientifco Editore). Nel periodo estivo, per esempio, un multivitaminico naturale, ci consiglia Sukkar, è una bella centrifuga preparata con carote, arancia, mela e frutti di bosco, poiché apporta buone dosi di antocianine, beta-caroteni, quercitina, acido ellagico e vitamina C, formidabili sostanze antiossidanti.

I dati Nielsen Market Track Healthcare per FederSalus rilevano che nel 2012 sono state commercializzate 140,7 milioni di confezioni (pari a 1.908,7 milioni di euro). Siamo il primo Paese nell’Europa occidentale nelle vendite. Ben 3 italiani su 4 affermano di aver fatto ricorso nel corso dell’anno ad almeno un prodotto/integratore per il benessere personale e per gestire i piccoli disturbi. I prodotti acquistati (per lo più in farmacia e parafarmacia) sono in genere fermenti lattici, multivitaminici, antiossidanti, integratori salini e per il controllo del peso.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!