RSS Feed

L’ORDINE VA DI MODA TORNA IL REGIMENTAL

13/01/2015 by Francesca

In riga! Dopo un anno di scandali per corruzione, a Pitti Immagine Uomo (dal 13 al16 gennaio alla Fortezza da Basso di Firenze), si annuncia un richiamo all’ordine, quantomeno estetico. Lo rappresenta al meglio, il ritorno del regimental: motivo a bande traversali, tipico delle cravatte militari inglesi. «C’è voglia di un’eleganza pulita e curata come le barbe dei giovani – commenta Brunello Cucinelli -. Per i trentenni è tempo di scoprire il cappotto, il gilet e il girocollo con la cravatta. I pantaloni di flanella, sono la chiave di volta di questa compostezza. Anche se aggiornati con l’abbinamento a un paio di sneaker». Queste tendenze sarebbero per l’inverno 2015 /16. Ma è opportuno conoscerle subito: con internet gli stili si viralizzano in tempo reale. A regime(ntal) La inalberavano i militari britannici quale segno di appartenenza al loro reggimento rappresentato dalle righe diagonali. Ma la cravatta regimental divenne una moda civile dopo che il Principe di Galles la indossò nel 1919, durante una visita in Usa. Il resto è storia di un grande classico anglo americano che ritorna. Ora , spicca anche nelle fantasie dei capi di abbigliamento: dagli intarsi della maglieria di Annapurna alle giacche di Ernesto (tributo a «L’importanza di chiamarsi Ernesto» di Oscar Wilde), sino ai coordinati di Tagliatore.

E’ comunque bene ricordare un paio di regole, su come s’indossa una cravatta regimental: le tinte diverse delle righe non devono essere mai più di tre. Pena: sembrare una cartella colori. Infine, mai una camicia a righe con la cravatta della stessa fantasia. Il gilet raddoppia (petto) Sembrava sepolto nelle memorie vecchio stile. Ma adesso gli uomini più cool riscoprono alla grande il gilet. Paradossalmente, nella sua versione più storica con i rever a lancia e il doppio petto. L’innovazione è coordinarlo alla giacca come nella collezione Manuel Ritz. Accessorio di questo complemento, la catena in perfetto stile Down Town Abbey. Gabriele Pasini, designer prodotto da Lardini, ne è un vero cultore: «Ma che sia in argento e artigianale – consiglia – per evitare le inflazionate cianfrusaglie di acciaio». In braghe di feltro Lana V/S Cachemire? «I pantaloni sono il focus della nuova eleganza- come sostiene Brunello Cucinelli-. Devono essere ben stirati: di lana o di feltro». Dichiarazione bomba per il re del cachemire. «Ma tant’è: – avverte Cucinelli – quando il corpo si abitua ad una morbidezza, è difficile tornare indietro. Occhio! Molti feltri sono del filato più morbido». Lo stile fa quadrato Check, pied de poule e lisca di pesce: le fantasie geometriche della sartoria caratterizzano ogni tipo d’indumento.

Se i quadrotti del giaccone Woorlich sono un riferimento storico per i capi spalla, sulle giacche sartoriali del progetto Capri di Inghirami, riappare la spina di pesce. Le texture a zig zag improntano persino le impunture dei piumini Bomboogie. Tecnico con sapore sartoriale. Dal papillon alla cravatta Il papillon, nuovo classico dei giovani, sta riportando in auge il piacere della cravatta. La novità? Indossarla sotto i maglioncini a girocollo leggermente scollati. Come gli studenti universitari ante contestazione del ’68. Un modo e un nodo per essere composti anche nel free style (stile libero). Slow living Pipa e barbiere. Non è un invito a fumare, anzi: la pipa simbolo della collezione Tardia è un richiamo a ritmi più lenti e riflessivi: Lo slow living come lo slow food. Il calumet della pace evoca anche l’architetto Joe Colombo la cui icona come quelle dell’ispettore Maigret o di Sandro Pertini, è imprescindibile dalla pipa. Così, nelle stampe di Tardia si delineano elementi ispirati al genio del design Anni 70. Nel frattempo a Pitti, Paoloni vestirà i barbieri di Proraso, testimonial di un altro rito maschile, la rasatura, del tutto manuale e riflessivo. Questioni di atteggiamento più che di abbigliamento.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!