RSS Feed

Modern Pioneers On the top

04/09/2012 by Francesca

Il paradosso sembra aver conquistato la montagna: se da una parte il fascino delle imprese impossibili di miti come Walter Bonatti e Ardito Desio fa salire la febbre di un alpinismo delle origini, con tanta fatica e grandi emozioni, dall’altra lo scenario che si apre in vetta guarda al futuro con il restauro dei cari vecchi rifugi secondo nuove regole. Lo stesso paradosso anima il guardaroba maschile invernale, votato alle grandi imprese del tempo libero da vivere anche in città: immagine vintage e materiali hi-tech. Un connubio espresso al meglio dalle calzature da montagna che mettono in evidenza ganci metallici, stringhe colorate e paracaviglia imbottiti dal sapore d’antan.

Ma la differenza sta tutta nei materiali e nelle forme: pellami invecchiati waterproof e suole carrarmato antiscivolo, punte corazzate e gambali imbottiti. Gli orologi sembrano piccoli computer da polso ai quali non sfugge nulla: perfetti nei meccanismi, robusti nelle casse e nei bracciali. Lo zaino abbandona l’immagine originaria e diventa un guscio protettivo nel quale infilare macchine fotografiche di ultima generazione, occhiali effetto tartaruga o metallici – tondi da esploratore o a goccia da aviatore – e gli immancabili prodotti di skincare. Qualora la sosta nel rifugio ipertecnologico costruito con materiali cosostenibili e 1 dall’autosufficienza energetica dovesse prolungarsi più del previsto, i pionieri contemporanei possono stare tranquilli: avranno con se non solo il necessario, ma anche il superfluo.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!