RSS Feed

Not just for Nostalgie Men

14/09/2012 by Francesca

Il codici che ricalcano lo stile Seventies ci sono tutti: dal velluto a coste, focalizzato su giacche attillate, agli occhiali a goccia stile James Dean, dalle dolcevita alte e avvolgenti alle cartelle a tracolla di pelle délavé o di tessuti tartan. Stilemi assodati di un look che ha affascinato intere generazioni e continua a colpire non solo i nostalgici. Poi, ci sono pennellate classiche, quasi austere e rigorose – che si rivelano, per esempio, sui mocassini con davantini o nappine en pendant o sui polacchini scamosciati color caffè, sulle stringate a coda di rondine o sui baschi quilt – rivisitati, però, in versione used, regalando un’immagine volutamente consumata, con tutti gli estremi che di solito sono il marchio di fabbrica dell’uomo vissuto. Infine, c’è il còte trasgressivo e scapestrato, quello che si materializza a sorpresa su tessuti wallpaper, in particolari inusuali o in dettagli da outsider, come la pelle di struzzo sulle derby o le fragranze sauvage e speziate da indossare per completare il look.

Il patchwork che ne nasce disegna i contorni di uno stile d’ispirazione vintage. trasandato ma entro un certo limite, casuale ma in fondo studiato. Un mix affascinante che per stile e way of life ricorda immediatamente Bo e Luke Duke, protagonisti della mitica serie televisiva Hazzard che, insieme all’inseparabile Dodge Charger del 1969, detta General Lee, arancione con i numeri dipinti sul fianco, vivevano avventure spericolate tra inseguimenti e guide sportive. Ma le proposte degli stilisti per il prossimo inverno non sono solo revival: aggiungono un tocco contemporaneo, attualizzando forme e contenuti, a quelle che potrebbero essere le coordinate stilistiche di John Travolta in Welcome back Kotter, altra serie popolarissima nei primi anni ’80. Come succede sulle tradizionali bicolori, svecchiate da nuovi contorni squadrati e simmetrici, o sugli occhiali da vista rivisitati con le montature pesanti e, grazie all’innovazione tecnologica, con materiali light e fashion. O sui berretti, che si incontrano con le maxi cuffie per ascoltare la musica dall’MP3. Linguaggio di moderni fun di Starsky & Hutch paradossalmente ben collocati nel presente, con un tablet sotto il braccio o un navigatore in tasca. Appassionati di film cult, ma anche di vizi di ultima generazione.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!