RSS Feed

O la borsa o la scarpa

02/09/2014 by Francesca

Accessori, quali gli irrinunciabili dell’estate 2015? Occhi puntati su theMicam e Mipel, i saloni milanesi della calzatura e della pelletteria pronti a esaudire le smanie da anticipazione delle modaiole incallite. Da theMicam i diktat sono tacchi bassi, tanto sportivo, frange e nappe; sempre in auge gli stivali. Tacco basso parola d’ordine di Stonefly, che con Second Skin presenta il modello Scuba, la slip-on colorata in tessuto stampa pitone brillante e suola leggera: più la si indossa e più si adatta al piede. Oppure il mocassino Kelly in pelle scamosciata morbida, in cinque colori accesi. Anche Barracuda cammina basso. Sfiziose le sneaker senza lacci in stile metropolitano, in vitello “bottalado” con richiami in pelle laminata oro o argento. La donna NeroGiardini è grintosa e sportiva di giorno e raffinata di sera. Per il daily wear punta decisa sul tronchetto laserato in pelle color cuoio con tacco alto e plateau in legno, ricami floreali e zip al tallone. L’effetto tropical del Brasile prosegue nella collezione Colmar Originals 2015.

La linea 2.0 propone le nuove Durden Cores, sneaker unisex rivisitate nella modellatura: chiusura a zip, tiralampo con marchio Originals con stringhe a nodi a vista, per un tocco casual e ricercato. Per le amanti delle sneaker floreali anche la Jackie di Liu Jo è da teEsportazioni in crescita si punta al pubblico Gli accessori giocano d’anticipo. Quest’anno theMicam (calzature) e Mipel (pelletterie) aprono alla Fiera Milano di Rho il 31 agosto (fino al 3 settembre) anziché a metà settembre. Al theMicam saranno presenti 1557 espositori, di cui 617 internazionali: da tenere d’occhio le new entry Christian Lacroix, Colmar, Missoni e Porsche Design. «Nato a Vigevano e oggi globale, dopo la sfida vinta in Cina e gli approcci che lo porteranno presto in Usa, theMicam si è preso lo scettro di leader mondiale del settore», ha sottolineato Enrico Pazzali, amministratore delegato di FieraMilano, presentando l’edizione. E poi la sfida-pubblico: «Vogliamo portare più visitatori, 40mila è l’obiettivo che pensiamo di raggiungere», aggiunge Cleto Sagripanti presidente di theMicam e di Assocalzature. Novità la piazza virtuale theMicamsquare, con scuole, corsi, seminari e tutti gli eventi organizzati dalle aziende. Esportazioni positive soprattutto negli Stati Uniti e in Asia. Anche sul fronte Mipel-The Bagshow tutto è pronto per la 106esima edizione. Su circa 15mila metri quadrati si danno appuntamento 300 brand del settore borse, pelletteria e accessori moda con i must have primavera/estate 2015. Riconfermate le sfilate, due al giorno da domenica a martedì, e la selezione di giovani designer Cool Hunter Italy. Anche per il Mipel l’esportazione è traino. P.Pa. nere d’occhio con l’ effetto bouquet, impreziosito da strass e pietre. Le Tropeziennes, griffe di Cleto Sagripanti, sceglie lo chic di giorno e il glamour di notte.

Per il giorno ballerine e tacchi 5 stiletto, sandali dalle forme sfilate e tonde, materiali morbidi e nappati, nuance dal bianco al cipria. Immancabili i tacchi oro, platino e argento. Per la notte sì ai sandali tacco dieci con materiali sensuali come la rete metallica. Alberto Fermani esprime la sua idea di femminilità sobria con tacco basso in cuoio e colori fashion come tortora, nude, antracite. Sandali gioiello per Loriblu che combina Swarovsky e stile optical. Fashionista la donna Tosca Blu. Sandali leggeri come il modello Mimas, nei colori nude, completano ogni look con un tocco gioiello metal o dorato; oppure tacchi bassi con il modello Galatea, sandali anatomici con cinturino e carrarmato; divertenti i sabot a zeppa modello Leda. Rasoterra anche Pas de Rouge, raffinata azienda veneta nata nel 2006, che propone il sandalo con abbinamento di pelle e laminato con battistrada a dente di squalo. Menghi ovvero le Jelly Shoes. I sandali in plastica trasparente colorata che brillano coi cristalli Swarovski sono i modelli più copiati e ammirati, brevettati in esclusiva in tutto il mondo. Frange e nappe a go-go per i sandali Gianna Meliani. Urbanature è il motto di Lumberjack, che dal 2012 fa capo a Ziylan Group, il più grande gruppo calzaturiero turco. Il brand con la foglia d’acero punta all’espansione in Italia e all’estero: «Entro l’anno 50 shop in Italia e poi 100 nel 2015, di cui la metà in Europa e Russia. Infine l’assalto all’Asia», spiega l’ad Andrea Vecchiato. Uno sguardo all’uomo estate 2015 con la Yate Man, classico da barca in chiave più briosa, con texture camouflage. Brimarts nella linea Business propone per l’uomo il vitello con stampe floreali. E le borse, piacevole ossessione femminile? Il Mipel per il 2015 decreta: trasformismo. Braccialini stupisce con il suo bauletto che evoca per forma e colori una fontanella di maiolica. La linea Gum di Gianni Chiarini Design propone il mondo tropicale con fauna e flora.

Francesco Biasia vuole un colore metropolitano e di certo la Camdem si fa notare: ambra, oceano, onice e sabbia. Bag capienti, cui non mancano accorgimenti funzionali come la tasca frontale e la tracolla rimovibile. Piero Guidi sceglie Embossed Intreccio anche d’estate: effetto stuoia, linea pulita, morbida e destrutturata. Tosca Blu inneggia all’esotismo eco chic. Borse luminose, colori intensi e poi, a impreziosire, ricami, catenelle, stampe animalier. La postina della linea Poche Mandarina Duck piace per il look geometrico e i colori a contrasto. Applauso per Utility, riedizione del mitico zainetto anni ’80 in tela multi-color. Da Gherardini sempre in scena l’iconica Dodicidodici: lo storico tessuto millerighe si veste di colori accesi come il sorprendente berry. Due le borse al top per Nannini: da un lato geometrie scultoree e gusto classico, dall’altro materiale di pregio (anguilla) su forme classiche dal sapore vintage.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!