RSS Feed

Ora si punta su rosso e nero

06/01/2014 by Francesca

Biancheria femminile per Natale: un grande classico. Regalo non originale (tuttavia sempre molto gradito), da vivacizzare. Come? Un’unica «regola»: osare. In stile e ricercatezza o audacia. Sotto l’albero deve finire un capo capace di provocare emozione o strappare stupore.

Esplorazione fruttuosa da Agent Provocateur , il brand disegnato da figlio e nuora della stilista inglese Vivienne Westwood, per chi cerca una moda intima ultrasexy e raffinata. Il marchio, che dopo il successo nel corner de La Rinascente ha aperto una boutique in via Verri 1, gioca con ironia sul sottile confine della provocazione. Pochi colori sobri (l’immancabile nero, il rosa cipria, l’avorio); grande lavoro di ricerca sui materiali, con utilizzo di tessuti inusuali (inserti di lycra, dettagli in pelle, ricami leavers e perfino pizzi haute couture di Sophie Hallette) e design sapiente che celebra la femminilità. Ci sono capi audaci da femme fatale, playsuite di pizzo, corsetti con l’allacciatura a stringa posteriore, reggiseni tagliati a effetto nudelook, reggicalze che accompagnano i fianchi come una seconda pelle, ma anche completini con trasparenze meno forti, sottovesti fruscianti, elegantissimi kimoni.

Più sobria, con la qualità garantita da case italiane e francesi di tradizione, come Christies, Naori, Barbarà, Chantelle Paris, è l’offerta di Solo calze e… , micro negozio in via Ponte Vetero angolo piazza del Carmine. Le misure esigue del locale, quindici metri quadri soltanto, impongono di tenere l’intimo nascosto, ma la magia si ripropone ogni volta che fa capolino dagli scatoloni. «Questo è il Natale del nero che vince perfino sul rosso dell’ultimo dell’anno», avverte Caterina Scanu mostrando balconcini, push up, noisette (la sottoveste corta di Kim Basinger nel film «Nove settimane e mezzo») in tulle e seta, decorati da pizzi macramè e chantilly.

«La perfetta vestibilità e la cura incredibile nei dettagli sono l’arma vincente rispetto ai prodotti delle catene commerciali», rivela. Biancheria griffata Armani, Blumarine, Chantelle, Christies da Matisse , indirizzo noto che dopo quindici anni in corso Buenos Aires si è trasferito in via San Gregorio 4, laterale della grande arteria dello shopping. Per le feste propongono una linea di completini neri, rossi, grigi, resi accesi dall’applicazione di Swarovski. E poi accanto a capi eleganti e romantici, in delicate fantasie o con ricami tinta su tinta, anche una linea di baby doll, parigine e kimoni in pizzo.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!