RSS Feed
  1. E a letto senza trucco

    novembre 12, 2013 by Francesca

    La pelle di porcellana delle giapponesi? Merito della natura (dicono), o meglio dell’olio di camelia che abitualmente si massaggiano sul viso. Pur senza arrivare a pretese estetiche di questo tipo, tuttavia, sarebbe buona norma conservare il proprio patrimonio epidermico, dall’aspetto giovane e fresco, il più a lungo possibile (anche perché, con il passare degli anni, ci penserà la forza di gravità a destabilizzarne il tono muscolare). Al di sotto dei 20 anni la pelle è al culmine della sua espressione. Nel bene e nel male. Poiché viso e collo possono avere una superfcie porcellanata, oppure portarsi dietro l’eredità adolescenziale di foruncoli e comedoni. In questo caso, una formula cosmetica specifca per agire sulle impurità diventa fondamentale. Tra i 20 e i 25 anni, con il ricambio veloce delle cellule epidermiche (ogni 28 giorni, circa), la parola d’ordine è idratare.

    1. Per pelli sensibili e intolleranti, Crème Confort Apaisante Rééquilibrante svolge un’azione lenitiva e idratante, 24 ore al giorno. Lierac Prescription 35 €, in farmacia.
    2. Normaderm Hyaluspot è un trattamento mirato per ridurre brufoli e imperfezioni: l’acido ialuronico isola e protegge la superfcie. Vichy 13,50 €, in farmacia.
    3. Limita la comparsa di screpolature sulle labbra fno a 12 ore Cicaplast Levres. Il burro di karité idrata, il pantenolo lenisce. La Roche-Posay 5,90 €, in farmacia.
    4. Adatta a chi fuma (e anche per lui), 24.7 Botanical O2 Cream contiene estratti naturali di faggio, per ossigenare le cellule cutanee, e di bacche rosse, protettive. Bioline Jatò 36 €, nei centri estetici.


  2. Un sms ci salverà (dall’acne)

    novembre 11, 2013 by Francesca

    Li vogliamo tutti ciccia e brufoli? Non sia mai detto che la quota giovane del nostro Paese non risponda ai canoni dell’eccellenza latina. E così, i ricercatori dell’Università Federico II di Napoli hanno messo a punto un metodo originale per arrivare alla soluzione del disturbo: il progetto Acne Smart Club, che ha dimostrato come i giovani siano più aderenti alla terapia di automedicazione se sollecitati puntualmente via cellulare, tramite un sms. Come spiega Gabriella Fabbrocini, docente di dermatologia e venereologia: «Sono stati monitorati 160 giovani, durante le 12 settimane di trattamento. Ed è emerso che i teenager, avvisati con un messaggino, hanno ottenuto risultati nettamente migliori rispetto a quelli che, invece, non ricevevano alcun promemoria».

    L’acne, croce di un’età deliziosa. Perché come emerge dal recente studio condotto da un altro ateneo universitario, La Sapienza di Roma, questa infammazione della pelle interessa dal 79 al 95 per cento della popolazione giovane occidentale e il 40-45 per cento di donne e uomini con un’età superiore ai 25 anni. Le cause? Innanzitutto la predisposizione genetica e, in secondo luogo, l’infuenza ormonale. Anche se poi, aspettando la messa in riga degli ormoni, non è che l’acne scompaia da sola. Per cui se nulla si è potuto fare in fase di prevenzione, diventa importante curare – con costanza quotidiana e ferrea perseveranza – per evitare quelle piccole antiestetiche cicatrici (nelle forme acneiche più gravi) che possono rimanere sul viso.

    1. Scrub del Buongiorno è un esfoliante cremoso per viso e zone ruvide. Con granuli di riso, migliora l’incarnato. Be Chic 9,90 €.
    2. A base di erbe tonifcanti, la mousse Herbal Energy BB Cleanser deterge, idrata e affna la grana cutanea. Erborian 26 €, da Sephora.
    3. Nello Struccante Bifasico l’azione combinata delle due miscele elimina qualunque tipo di trucco. Naj Oleari 15,85 € (nella pochette Sporty con Volume Mascara).
    4. Con gel di aloe vera, olio di argan e di rosa mosqueta, il Latte Detergente lascia la pelle morbida. Maison Bio 24.90 €, da La Gardenia.


  3. Digitali e sicuri

    novembre 8, 2013 by Francesca

    Molto più dei loro fratelli maggiori “nativi digitali”, i bambini di oggi nella tecnologia hanno imparato a sguazzarci. Ma non sempre in modo responsabile. Tant’è che ora proteggere i minori da un utilizzo indiscriminato di Internet è uno dei compiti più importanti di un genitore. E di un educatore. Ma l’esposizione mediatica alla rete e ai network ha anche un risvolto positivo, perché può coinvolgere più e più persone nella creazione di progetti innovativi nel campo dell’educazione.

    È quello che sta facendo BitBumBam.it, un’iniziativa Ing Direct – con più testimonial eccellenti (da don Gino Rigoldi a Emanuela Porta, blogger di bravibimbi.it) , una piattaforma e un concorso di idee per fare della tecnologia uno strumento effcace di crescita. Dal software che insegna a mangiar sano al “YouTube” per remixare la favole (si chiama YouFable), sono tanti i progetti già depositati nel database, ma c’è tempo fno al 13 novembre per partecipare al concorso. Tre le categorie: tecnologia per crescere, per integrare (le diversità) e per imparare. Al vincitore – che verrà premiato l’11 febbraio in occasione del Safer Internet Day, la giornata internazionale che promuove l’uso responsabile della rete e dei nuovi gadget tra bambini e adolescenti – 25mila euro e un tutorship di 6 mesi da parte dell’incubatore di impresa iStarter.

    1. Montgomery di lana tecnica imbottita con cappuccio, Herno (da 350 euro).
    2. Boots di ecopelle, Chicco (39,90 euro).
    3. Giaccone di lana con alamari, Sarabanda (da 66 euro).
    4. Montgomery di panno, Burberry Childrenswear (331,30 euro).
    5. Di lana con alamaribottone, Twin-Set S. Barbieri (198 euro).
    6. Scarpe di suède, Primigi (49,90 euro).


  4. L’umore di lui

    novembre 7, 2013 by Francesca

    Quando un duo di moda maschile sofsticato e anticonformista si mette a rifettere sul profumo e lo mette al centro di un’originale mostra d’arte, si intuisce che stanno nascendo nuove idee. I due creatori belgi Arnold van Geuns e Clemens Rameckers, conosciuti sotto il nome di Ravage (lavorano con Li Edelkoort, con la quale hanno fondato l’agenzia Trend Union), alla Biennale della Moda di Arnham (Olanda), presso il castello di Zypendael, hanno mostrato come l’eleganza maschile oggi sia legata all’idea di portare i profumi in base ai momenti della giornata o, addirittura, della vita.

    Una serata galante ma anche un periodo di tristezza, un pomeriggio all’aria aperta. Ravage propone sei fragranze, tra cui La Vie Secrète de Monsieur (la vita segreta), Les Larmes de Monsieur (le lacrime) o Le Blanc de Monsieur (le camicie bianche, la vita lavorativa). «I profumi fanno parte della vita intima di un gentleman», spiegano i designer di Ravage, «sono parte integrante della sua identità, gli procurano piacere, conforto e autostima». Andranno scelti con la stessa cura di una giacca, del fazzoletto da taschino, della cravatta o dell’abito da cerimonia. Diventeranno insomma accessori, portatori di un vero stile.

    Un blend balsamico e sobrio. Bottega Veneta pour Homme (65 euro).
    Una boccata d’aria mediterranea: menta, limone, poi lavanda e patchouli. Forever Sailing di Moschino (36 euro).
    Un taglio orientale su note aromatiche. Essenza di Roma Uomo di Laura Biagiotti (35 euro).
    Spezie e legni rinfrescati da lavanda. Fan pour Homme di Fendi (49 euro).


  5. E’ un potere segreto

    novembre 6, 2013 by Francesca

    Cammini per Londra e ti sembra di fare un tuffo negli anni 80. La cosa più buffa? Questi ragazzi costruiscono look pazzeschi usando prodotti che allora non erano ancora stati inventati». Ben Cooke lo sa bene, perché al tempo la scelta di farsi la cresta punk gli è costata un’espulsione da scuola, e di lì a poco ha impugnato le sue prime forbici. Adesso che è diventato un hair stylist molto apprezzato dalle star (suo è il famoso bob di Victoria Beckham, tra i tagli più richiesti degli ultimi anni dopo quello di Jennifer Aniston) e consulente di Herbal Essence, lo può dire: «Non mi manca nulla di quel periodo: i capelli erano brutti anche perché nessuno se ne prendeva cura davvero». Quello che è successo dopo, è merito della tecnologia. Perché se, come sostiene l’analista di Euromonitor Nicole Tyrimou, il 2012 è stato l’anno del balsamo (perfno in versione mousse, come Nutrimento Leggero di Pantene), il 2013 è quello dei prodotti di cura ancora più specializzati, quelli cioè che rappresentano il cosiddetto terzo step.

    Maschera riflessante per dare tono al colore. Magica CC di Collistar (15 euro).
    Siero anticrespo per domare anche i capelli più ribelli. Gliss Asia Straight di Testanera (9 euro).
    Facilita la piega liscia. Bb Straight Blow Dry di Bumble and Bumble (da Sephora, 35 euro).
    Spray per un finish glossy. Shine Shaker di Sebastian (in salone, 30 euro).
    Ricco di acidi grassi e omega 3, nutre a fondo i capelli. Caviar Omega Nourishing Oil di Alterna (in salone, 46 euro).
    Siero protettivo del colore. Shine On Color di Bionike (in farmacia, 22 euro).


  6. Paesaggi da leggere

    novembre 5, 2013 by Francesca

    Si è scritto spesso, semplificando troppo, che Tullio Pericoli, pittore e disegnatore squisitamente “per lettori” (sui giornali, sulle copertine di libri, nelle sue visioni di Stevenson e dell’isola di Robinson, nei volti di Kafka, Gadda, Beckett, Calvino che sembrano scaturiti dalle loro pagine – intorno al cambio del millennio, è “passato dal ritratto al paesaggio”. Lui, garbatamente, ha sempre smentito accennando alla geografia dei volti e all’unicità del suo segno, ma niente: troppo difficile da mettere in un titolo o in una battuta. Così, aprendo Paesaggi 393 disegni e dipinti, uno per pagina, solo inframmezzati da 28 brevi frasi di poeti, narratori, filosofi, studiosi, sembra che Pericoli riprenda quel discorso e lo declini fino all’ultima tavola, in un libro che si legge come un vero romanzo, che non “deve” dimostrare niente e però lo fa senza appello, creando la propria verità.

    Nel volume ci sono 42 anni di lavori (1971-2013) e la storia si legge in ordine cronologico, per capitoli e per episodi (lo spunto della geologia, la suggestione delle parole di un dialetto universale e delle lettere come forme, alberi e foreste, le quinte per opera lirica e teatro, il paesaggio marchigiano). Se “svolta” c’è, intorno al duemila, è casomai la frequenza della tecnica a olio – chi ha avuto l’occasione e la fortuna di passare per lo studio di Pericoli l’ha fiutato, nel sovrapporsi al sentore delle tempere di quello della trementina. E se nel racconto visivo c’è una scena madre, è nei 90 quando il pittore, da presenza dentro il quadro ( Artista nella valle solitaria, Veduta con pittore, Pittore con dama e colline ) guadagna il punto esatto dove parte lo sguardo. Narrarlo, ancora più compiutamente che dalle pareti di una galleria, su pagine di carta, è la più pericoliana delle scelte: ancora un omaggio al libro, dispositivo antico e perfetto per evocare immagini senza bisogno di dipingerle, e in questo caso anche per leggere nelle immagini parole e pensieri non scritti.

    Tullio Pericoli, I paesaggi , Adelphi, euro 36


  7. Stare in forma a tempo di app

    novembre 4, 2013 by Francesca

    Braccialetti, forchette e spazzolini: tutti collegati allo smartphone. Così si monitorizzano le abitudini quotidiane. L’obiettivo? Migliorare il proprio benessere!

    Up di Jawbone è un braccialetto che migliora le abitudini quotidiane: tiene traccia di come si dorme, si mangia e il proprio stato di forma (in diversi colori e misure, 131 €).

    Lo spazzolino elettrico e interattivo Beam Brush misura e controlla il tempo impiegato per una buona pulizia dei denti (25 €, sul sito: www.shop. beamtoothbrush. com ).

    Con l’app e il misuratore Withings non solo è monitorata la pressione ma anche il battito cardiaco (80 € da polso, 130 € da braccio).

    Se si mangia velocemente oppure si ingoiano bocconi troppo grossi, l’intelligente Forchetta Hapifork vi avverte. L’obiettivo è quello di imparare a mangiare (in diversi colori, 75 €. Info: www.hapilabs.com ).

    Per gli amanti della corsa, il braccialetto FuelBand di Nike misura le distanze percorse e le calorie bruciate, si illumina di verde se gli obiettivi sono raggiunti (75 €).


  8. L’uomo d’inverno Come salvare la faccia

    novembre 1, 2013 by Francesca

    L’inverno si avvicina e anche per l’uomo è tempo di… salvare la pelle. Prendersi cura dell’epidermide, in particolare di quella del viso, non è più un tabù per gli uomini. Anche se emergono dati curiosi: ad esempio da uno studio dell’ Osservatorio MV Cosmetiques su 700 uomini tra i 25 e i 48 anni, il 44% degli intervistati afferma di utilizzare i cosmetici della propria compagna per ‘pigrizia’, il 30% perché ha fiducia «nelle sue capacità di scegliere quelli più adatti per entrambi», mentre un 26% si ‘vergogna’ di andare in profumeria. Ma sempre più uomini superano questi tabù, e sono ormai una fetta sostanziale dei consumatori della cosmesi, settore in costante crescita noUn gradito regalo Quindi un cofanetto con dopobarba, crema, maschera e via dicendo sarà un’idea-regalo graditissima A Natale.

    Infatti andando incontro alla stagione invernale chi ha la pelle sensibile ne risente, soprattutto quando si trova alle prese con la rasatura. Vento e freddo possono causare irritazione, secchezza e arrossamento. È importante, prima di radersi, bagnare il viso con acqua calda per un paio di minuti e poi di utilizzare schiuma o gel (da lasciare agire qualche minuto) e un rasoio per pelli sensibili. Poi risciacquare bene con acqua tiepida per degongestionare, e applicare un buon dopobarba. Anche una spruzzata di acqua termale aiuta ad alleviare eventuali rossori. Un altro problema che riguarda molti uomini è la pelle grassa. I giovani in particolare possono soffrirne più degli adulti, e molti ragazzi ne fanno un vero complesso. Importante è usare un esfoliante per rimuove la pelle morta e il sebo in eccesso, e utilizzare non sapone ma un detergente apposito. Poi si applicherà un tonico astringente e una crema idratante per pelli grasse, preferendo i prodotti a base di glicerina a quelli troppo unti (ad es. con olio). Infine, chi trascorre ore in ufficio o in ambienti chiusi non dovrebbe dimenticare una buona crema idratante, almeno alla sera prima di andare a dormire.

    Opacizza
    L’ Idratante Opacizzante Quotidiano di Collistar per pelli grasse è oil-free. Leggero e superassorbibile, protegge la pelle dagli agenti esterni e dall’inquinamento e idrata il viso in profondità senza ungerlo. La sua speciale formulazione assicura alla pelle grassa e tendente al lucido un immediato effetto opacizzante e una progressiva azione normalizzante. Prezzo 27,20 euro il tubo da 50 ml. IDRATA IL VISO SENZA UNGERE

    Energizza
    Nella Crema Compattante Energizzante Idratante de L’Erbolario il Burro di Caffè, nutriente, si incontra con l’estratto di microalga Dunaliella salina, che favorisce il rinnovamento cellulare, e con l’efficacia protettiva dell’Olio di Baobab, Prezzo 22 euro. AIUTA IL RINNOVAMENTO CELLULARE

    Perfeziona
    Total Perfector Trattamento idratante perfezionatore della pelle è il primo trattamento idratante perfezionatore istantaneo della pelle per l’uomo di Biotherm Homme. Questa fresca crema in gel è ideale per il trattamento di rugosità, tono irregolare e pori visibili, che affliggono gli uomini di tutte le età e con tutti i tipi di pelle. Prezzo 47.50 euro. ATTENUA RUGOSITÀ E PORI VISIBILI


  9. Il maquillage copia i colori dell’autunno

    ottobre 31, 2013 by Francesca

    La nuova tavolozza del make up si ispira alle tonalità intense dell’autunno, alle sfumature delle foglie, dall’arancio al tabacco e al bruno bruciato, e ai colori saturi delle giornate più limpide, con giochi cromatici di blu e di viola. È un trucco che sta bene a tutte perché dona a ogni tipo di viso e, con qualche semplice mossa, permette di passare da uno stile per il giorno a quello per la sera. «Naturalezza e intensità sono le parole chiave dei trend di stagione», precisa Pablo Ardizzone, make up specialist Shiseido. «Tre sono i punti focali principali per realizzare questo stile, che non passa di certo inosservato: pelle, occhi e labbra. Per un incarnato perfetto, sì a fondotinta multifunzione ad alta rifrazione della luce per camuffare imperfezioni e rivelare la luminosità del viso.

    Per gli occhi sono di tendenza colori saturi, brillanti e coprenti che donano intensità e profondità, come il marrone, il blu e il viola». Non saltate mai il passaggio del mascara, che dona incredibile intensità agli occhi. «Il nero, grazie a particolari pigmenti, è sempre più “carico”. Altrimenti provate la variante color cioccolato che addolcisce molto lo sguardo», spiega Ardizzone. «Se scegliete di dare risalto alle palpebre, per bilanciare, sulle labbra applicate colori neutri a effetto nudo, come beige e pelle». Ma se invece preferite fare della bocca il punto focale del vostro trucco, allora via libera al colore puro: rossi brillanti e accesi da diva, marroni frizzanti con micro particelle luminose, ma anche bordeaux e arancio nella variante autunnale, con una punta di marrone, che richiama il colore delle foglie che cadono. Vi renderanno irresistibili.

    Il “blush Rose DésIR” con le sue Due tonAlItà, RosA peR GlI zIGomI e ARAncIo peR le GuAnce, cReA un effetto RADIosItà IstAntAneo. Il Rossetto completA Il tRucco con unA notA pARtIcolARmente femmInIle. e con I benefIcI DI 8 oRe DI IDRAtAzIone e levIGAtezzA. il prodotto da SoGno Puri Blush Rose Désir (43,50 €)
    e L’Absolu Rouge (33,00 €) Collezione make up autunno 2013 di Lancôme (esclusiva Sephora e La Rinascente).


  10. Design allo specchio

    ottobre 30, 2013 by Francesca

    «Specchio servo delle mie brame chi è la più bella del reame?» Così la strega di Biancaneve e i Sette Nani interrogava lo specchio magico parlante e attendeva trepidante le lusinghe della risposta. La mitologia greca poi raccontava di Narciso che a causa di una punizione divina si innamorava della sua stessa immagine riflessa in uno specchio d’acqua. Gli specchi sono da sempre elemento d’attrazione e di narrazione, lo sono fisicamente e nell’immaginario collettivo perché riflettono ciò che apparentemente siamo o meglio ciò che gli altri vedono di noi. Anche in casa sono un complemento d’arredo importante e molto utilizzato. Grandi, piccoli, sagomati o con gli angoli smussati, liberi o incorniciati, semplici o disegnati sono stati e sono “materia” di sperimentazione con cui designer e architetti amano confrontarsi. Non soltanto in bagno o all’interno del guardaroba, gli specchi contemporanei superano il confine funzionale per diventare essi stessi oggetti d’arredo. Vanno scelti e sistemati con cura, dimensionandoli rispetto all’ambiente che li ospiterà, è sempre bene puntare su pezzi di qualità e prima del definitivo posizionamento è opportuno considerare le fonti luminose presenti. Fra gli stratagemmi per ampliare lo spazio e donare profondità e ampiezza ad ambienti minimi meglio collocare la superficie riflettente su una parete di fronte alla finestra principale della stanza, qualora però questa non fosse troppo grande perché in questo caso si potrebbero verificare fastidiosi riverberi o abbagli, se così fosse meglio optare per un orientamento perpendicolare, in entrambi i casi lo specchio donerà ampiezza e luce naturale all’intero spazio. Diverse sono le scelte e la relativa posizione, anche rispetto alla luce, nel caso lo specchio serva per truccarsi, vestirsi o altro. Specchio da terra Knapper, di Ikea. Alto 160 cm, è dotato di ganci e binari per appendere alcuni vestiti e accessori La superficie specchiante è coperta con una pellicola di sicurezza per evitare di ferirsi con i frammenti in caso di rottura.

    Tra arte e stile
    Les grands trans-Parents, specchio ellittico da parete. La frase serigrafata sulla superficie è un gioco di parole del celebre artista contemporaneo Man Ray. Un prodotto Simon, storico marchio d’arredo recentemente acquisito da Cassina

    Stupefacente
    Mirage di Lema è uno specchio formato da più moduli che, grazie allo speciale aggancio a parete, può essere orientato in direzioni diverse creando particolari giochi di riflessi e illusioni ottiche che scompongono e dilatano lo spazio

    Eleganza essenziale
    Lo specchio da parete Lamina di Tisettanta prende il nome dalla sua spessa cornice di lamiera piegata con finitura brunita. Facile da pulire, basta utilizzare un panno morbido e un detergente neutro