RSS Feed
  1. 10 MUST DELLA SETTIMANA

    gennaio 23, 2014 by Francesca

    lEggEro Fa parte della collezione Mademoiselle Plume il piumino corto in vita, reversibile e ultrasottile ( Comptoir des Cotonniers ).
    quasi un gioiEllo La cerniera laterale dorata e il coleottero in metallo sono i dettagli che rendono i guanti in pelle nera preziosi e decorativi come un bijoux ( Tory Burch ).
    marinara Tessuto maschile, bottoni metallici sul punto vita e taglio femminile per la gonna in lana stretch (Marina Yachting).
    morbida Si chiama Amélie la nuova it-bag in eco-nappa. Ha colori pastello e dettagli ultrafemminili, come lo specchietto in pelle con cornice color oro lucido ( Liu Jo ).
    EssEnzialE Lo stivale in camoscio rosso ha una piccola zeppa all’interno ( Lella Baldi ).
    Maxi Indossata su un abito rosa petalo o su un completo tutto nero, la collana in neoprene e velluto focalizzerà tutti gli sguardi ( Emporio Armani ). versatile La gonna in panno di lana Principe di Galles si indossa con anfibi e giacca di pelle: grunge romantico ( Tru Trussardi ).
    rock La borsa con la tracolla è un accessorio indispensabile: questa con borchie dorate ha un’anima rock ( Marella ).
    coModo Lo stivaletto con cinturino in vernice a contrasto nasconde al suo interno un gel che permette di camminare senza fatica ( Stonefly ).
    stile college La giacca da studente universitario con maniche a contrasto e toppe applicate è uno dei pezzi di stagione. Questa è in morbido orsetto di pile (Franklin & Marshall).


  2. Il Signore negli anelli

    gennaio 22, 2014 by Francesca

    Al dito, al polso o al collo: croci, Padre nostro e Ave Maria… Il bijoux sacral-chic è uno dei comandamenti di quest’anno.

    C’erano una volta croci della sfacciatissima Madonna: dissacranti, rocchettare, ma soprattutto indossate in contesti blasfemi (vedi il video di Like a Prayer , hit del 1989). Poi sono arrivati i bracciali brasiliani con Santi e Madonne. Ora, dopo anni di oblio e dopo la parentesi Lady Gaga, che nel video di Alejandro il rosario se lo ingoia, i gioielli a tema sacro (e profano) sono tornati. Crocifissi tempestati di pietre, iscrizioni latine medievaleggianti e richiami ecclesiastici di qualsiasi genere. La nuova febbre pseudoreligiosa è arrivata un po’ dalla strada, un po’ dalle passerelle (soprattutto da Dolce & Gabbana che ha lanciato lo stile bizantino) e molto dalle case di gioielli italiane (tra le più “evangelizzate”: Tuum, Mediterraneo).

    Lo stile potrebbe essere ribattezzato sacral-chic e si presta a mille interpretazioni. Dal gotico-minimal di Rita Ora allo street style ironico di Alessia Marcuzzi (nella foto sopra, indossa anelli Mediterraeo). A ognuna la sua croce (e delizia). Scordatevi però il crocifisso che cade nella scollatura: la volgarità è passata di moda.

    Le ultime gioie bliss ¤ 169 brosway jewels ¤ 68 2jewels ¤ 39 tuum ¤ 880 rebecca ¤ 79 cesare paciotti jewels ¤ 139 stroili ¤ 109,90 tuum da ¤ 195 mediterraneo ¤ 159 mediterraneo ¤ 269


  3. Olio sulla pelle elisir di giovinezza

    gennaio 21, 2014 by Francesca

    Gli oli sono la nuova frontiera della bellezza: lussuosi e hi tech, stimolano i sensi mentre si prendono cura della morbidezza della pelle. Ricchi di vitamine e acidi grassi hanno proprietà note da tempo e in diverse culture. Già nell’Antica Roma si usava spalmarsi di olio d’oliva, mentre in Polinesia da tempi immemorabili si usa il profumatissimo olio di Monoi derivato dai fiori di tiarè, tradizionalmente impiegato per corpo e capelli. Ma oggi tradizione e natura negli oli abbracciano più che mai scienza e tecnologia. Così questi derivati preziosi diventano ingredienti chiave in creme e sieri di bellezza, ma anche in shampoo e balsami per capelli. Non esiste infatti un solo tipo di olio. Oltre a quello di mandorle e agli specifici per prevenire le smagliature, ideale in gravidanza, ci sono quelli che puntano sulle qualità antiage di ingredienti come l’Estratto di Argania Spinosa, da cui si ricava l’Olio di Argan che ha proprietà antiossidanti e anti invecchiamento, ed è elemento cardine in prodotti di bellezza per il viso, per il corpo e per i capelli.

    Alcuni sono formulati per detergere la pelle con particolare delicatezza, ad esempio sotto la doccia, per struccare il viso o per disciplinare e rendere splendenti le ciocche, senza appesantire e senza ungere. Il segreto dell’olio? Assomiglia al sebo naturalmente prodotto dalla pelle, per questo è particolarmente efficace, emolliente e molto tollerato. Grazie alla loro composizione simile al sebo naturalmente prodotto dal corpo, sono ideali per detergere e nutrire delicatamente corpo, viso e capelli Lascia una scia di profumo fiorita e avvolgente Huile Sèche Satinée J’adore di Dior (51,10 €).

    IL PRODOTTO DA SOGNO È un olio secco dalla consistenza leggera adatto per viso, corpo e capelli. avvolge la pelle in un velo satinato, donando comfort e morbidezza. da sottolineare il delizioso profumo. Fluide de beauté 14 di Carita (50 €).
    Nella sua formula contiene ben 16 oli. Favorisce la naturale luminosità della pelle Age Perfect Olio Straordinario Viso di L’Oréal Paris (16,90 €).
    Natural Oil di Nivea ha una fragranza delicata e lascia l’epidermide vellutata e setosa (4,74 €).
    Nutriente, elasticizzante e vellutante, ha un profumo delizioso Olio voluttuoso per il corpo Patchouly di L’Erbolario (14,50 €, in farmacia e in erboristeria).
    Per pelli sensibili, Démaquillant Velours Olio Struccante Viso & Occhi di Lierac (21 € in farmacia).
    Da spruzzare sui capelli: facilita la piega, nutre e rende le ciocche luminose Miraculous Oil Fructis di Garnier (8,99 €).

    il coNsiglio dell’esperto Magda Belmontesi, dermatologa e docente alla Scuola Superiore di Medicina Estetica Agorà di Milano. Olio per il viso: anche in caso di freddo? «Gli oli formulati per l’epidermide hanno in generale una preziosa funzione barriera per la pelle, per cui sono particolarmente utili anche in caso di basse temperature, per trattenere l’idratazione e impedirle di evaporare. In particolare però quelli che contengono vitamina E (sull’etichetta indicata di solito come Tocoferolo) hanno un plus protettivo contro le aggressioni esterne. Questo ingrediente conferisce una consistenza vellutata e non appiccicosa, favorisce la riformazione della pelle in caso di screpolature e secchezza, lenendo anche la sensazione di cute che tira e pizzica».


  4. 5 IRRINUNCIABILI DELLA SETTIMANA

    gennaio 20, 2014 by Francesca

    Stile geisha Da Shu Uemura Art of Hair, un’idea illuminante, ispirata ai rituali delle geishe. Essence Absolue Nourishing Fragrance with Oil Pearls si vaporizza sui capelli asciutti come gesto quotidiano di bellezza, per profumarli, lucidarli e nutrirli, grazie all’olio di camelia in perle (€ 48, ed. limitata, in salone).

    baci rock La collezione conta ben 24 colori, ma il più iconico di tutti è il nero, chiamato (non a caso) Smoking . Per creare sulle labbra un’ombra traslucida, Gloss Volupté di Yves saint Laurent : con applicatore brevettato a forma di bocca. Molto rock-couture! (€ 33,50).

    piccolo, grande idratante Per chi ancora non conosce Aquasource. Fino a metà febbraio, l’idratante best-seller di Biotherm è proposto in un formato prova da 30 ml.: invitante nel prezzo (€ 12) oltre che comodo da tenere in borsa. Nella versione per pelli secche (in basso) o normali e miste.

    buone azioni Ecco un siero da notte che fa (del) bene non solo alla pelle. È Midnight Recovery Concentrate di Kiehl’s, in edizione limitata e autografata da Alicia Keys (€ 39). L’intero ricavato andrà a favore di “Keep a child alive”, l’organizzazione cofondata dalla cantanteattrice per assistere i bambini malati di Aids in Africa e Asia.

    “classico” ma non troppo Si ispira alla danza classica, ma la reinventa in chiave pop (vedi il fiocco di raso color fucsia), la collezione make up French Ballerine creata da Lancôme per la primavera (e già in vendita). Il trucco più semplice per anticipare la bella stagione? Un tocco di rosa sulle guance con Blush Highlighter (€ 43,86).


  5. Acido ialuronico perché tutte lo vogliono

    gennaio 17, 2014 by Francesca

    Si usa come filler, si prende come integratore ed è l’ingrediente tormentone delle creme antiage. ecco nove cose che devi sapere di lui

    1 . Che cos’è? È uno dei componenti fondamentali della pelle, si trova nelle fibre elastiche di collagene ed elastina. «Dona turgore, elasticità e, soprattutto, idratazione. Stimola la pelle a trattenere l’acqua che, altrimenti, evaporerebbe dagli strati superficiali dell’epidermide» dice Elisabetta Ammannati, chimica specializzata in prodotti cosmetici e direttore tecnico Laboratori Deborah Group. «Purtroppo, a mano a mano che passano gli anni, tende a diminuire».

    2 . Qual è il suo effetto nelle creme? «L’acido ialuronico, potenziando l’ idratazione, rigonfia la cute, la distende e riduce la profondità delle rughe. Svolge un’azione che si chiama “plumping”» dice Elisabetta Ammannati. L’acido ialuronico è molto attivo anche quando è presente in bassissima concentrazione. Se vuoi un’informazione tecnica sul cosmetico devi sapere che l’effetto idratante dell’acido dipende dal suo peso molecolare: se è basso raggiunge gli stati più profondi, se è alto agisce in superficie.

    3 . L’acido ialuronico che si usa nei filler è naturale o è un prodotto di sintesi? Oggi si utilizza solo quello che si ottiene in laboratorio, biocompatibile e anallergico. «Un progresso rispetto a una ventina di anni fa, quando si adoperava l’acido ialuronico di derivazione animale, estratto dai suini o dalle creste di gallo per mezzo di agenti chimici» dice Magda Belmontesi, dermatologa. «Nonostante fosse filtrato e perfettamente purificato, poteva provocare allergie».

    4 . Se voglio fare un filler che cosa devo chiedere al medico estetico? Dipende dalla zona del viso su cui vuoi intervenire. In base alla tua richiesta, lo specialista utilizzerà un acido ialuronico più o meno denso. «Se vuoi un effetto volume, il medico ne sceglierà uno che rimane in superficie» spiega Belmontesi. «Se desideri riempire rughe mediamente marcate serve quello con un peso molecolare intermedio. Se l’intervento è su pieghe sottili servirà un composto di particelle piccole». Ancora diversi i filler per le labbra, morbidi e adatti alla mucosa della bocca, e quelli che si usano per la biorivitalizzazione. «In quest’ultimo trattamento l’acido ialuronico viene abbinato a vitamine, oligoelementi e aminoacidi. Il cocktail è necessario per evitare che l’acido venga assorbito nell’arco di pochi giorni, come quello naturalmente presente nel tessuto connettivo» avvisa Giorgio Astolfi, medico estetico a Milano.

    5 . Quanto dura l’effetto? In media quattro-sei mesi. «Dipende da dove viene iniettato» spiega Magda Belmontesi. «Se è una parte del viso mobile, come le labbra, si consuma velocemente. Sugli zigomi o nelle rughe profonde dura molto di più». Conta anche lo stile di vita. «Se fumi tanto e ti esponi spesso al sole l’acido ialuronico si assorbe rapidamente» aggiunge Giorgio Astolfi.

    6 . È vero che può sostituire anche una rinoplastica? Sì, nel caso di un piccolo e temporaneo ritocco. «Se, per esempio, desideri “alzare” la punta del naso che con gli anni tende a scendere oppure nascondere una vecchia cicatrice, il medico estetico ti inietterà acido ialuronico di media densità» spiega Giorgio Astolfi. «L’effetto dura anche più di un anno, perché il naso è privo di mimica».

    7 . Come posso essere certa che il filler utilizzato sia sicuro? «In Italia esistono due tipi di certificazioni: una europea e una americana, più severa perché preceduta da una voluminosa documentazione clinica» dice Astolfi. «Quindi, chiedi al tuo medico che tipo di acido ialuronico utilizza: dovrebbe consegnarti l’etichetta della fiala, con la data di scadenza e il numero di lotto a cui risalire se per caso avessi qualche problema».

    8 . Si può prendere come integratore? In commercio ci sono diverse capsule all’acido ialuronico. «Ti conviene controllarne sempre la composizione» dice la dermatologa Belmontesi. «Perché sia efficace deve abbinare l’acido ialuronico agli amminoacidi che formano le proteine e stimolano le fibre elastiche a produrre autonomamente la sostanza all’interno dell’organismo. Se l’acido ialuronico è l’unico principio presente nell’integratore, viene neutralizzato dai succhi gastrici. E non dà risultati».

    9 . Serve anche per curare i capelli? I capelli hanno bisogno di idratazione per essere lucidi, sani e senza doppie punte. «Ecco perché spesso i prodotti per ricostituire la fibra capillare, che sono idratanti, contengono anche acido ialuronico» conclude Elisabetta Ammannati.

    1. Acido Ialuronico Attivi Puri di Collistar (36 euro) idrata, lifta e stimola il metabolismo cutaneo.
    2 . Distende i segni d’espressione Acido Ialuronico Contorno Occhi di L’Erbolario (28 euro) che aggiunge al cocktail anche l’olio di ibisco.
    3 . Con una texture leggera adatta anche alle pelli miste, Volume-Filler Giorno di Eucerin (29,90 euro) aumenta il turgore.
    4. Exclusive Sérum di Lierac (67,55 euro) riempie perfettamente le rughe più profonde.
    5 . Agisce mentre dormi, Cellular Anti-Age Crema Notte di Nivea (15,99 euro) dalle proprietà rigeneranti.
    6 . Filler Suprema di EuPhidra (48 euro) agisce in superficie con un effetto filler, mentre in profondità idrata.


  6. 7 cose che ti facilitano la vita

    gennaio 16, 2014 by Francesca

    1 il ciondolo della felicità tuo marito odia andare per negozi? Prova a suggerirgli di scegliere online il prossimo regalo per te (leggi: quello di San Valentino). Magari un pendente come questo in argento e oro di Pensieri felici (140 euro su www.pensierifelicistore.it): arriva in 10 giorni.

    2 la manicure sempre perfetta Non solo gli smalti più trendy (dal rosa cipria al rosso burgundy). Nella linea Essie ci sono trattamenti per proteggere tutti i tipi di unghie: che non crescono, che si sfaldano, che si spezzano, che ingialliscono. Basta una pennellata prima di stendere il colore (da 13 euro).

    3 il vino da medaglia d’oro Il Puglia Rosso Igt 2011 Bio ha vinto l’ultimo concorso internazionale di Vinitaly. Lo puoi comprare direttamente dalla cantina che lo produce (6,50 euro su www.giordanovini. it): risparmi e fai un figurone con l’amico che si dà arie da sommelier.

    4 l’hammam in casa Con il Sopir noir di atar Naive (22 euro), a base di olio di oliva ed eucalipto, fai il peeling sotto la doccia come se fossi in una Spa. Ed esci con la pelle morbidissima e liscissima.

    5 lo scarponcino chic C’è bufera in città ma non vuoi uscire bardata come la regina delle nevi? Lo stivaletto di Grisport (70 euro) è anti-acqua, anti-freddo e anti-scivolo. Senza l’effetto “piedone”.

    6 le risposte giuste Mamma, come sono arrivato nel pancione? Papà, ma E.t. esiste? Se i tuoi figli sono nella fase dei perché, ti aiuta a soddisfare la loro curiosità un programma tv: Curiosity , il mercoledì alle 21,15 su Focus (canale 56).

    7 il tablet per piccoli e grandi Sul trudiPad (129,90 euro) i bambini giocano e guardano i cartoni in tutta tranquillità: devi solo attivare il parental control. Se invece inserisci la “modalità genitore”, lo usi anche tu come un vero tablet.


  7. Happy make up

    gennaio 15, 2014 by Francesca

    Glitter Giochi di luce per accogliere l’anno nuovo con un look radioso. Se volete realizzare il trucco più brillante di stagione, scegliete glitter e paillettes a profusione: su palpebre e sopracciglia, sulle unghie o, perché no, anche sulla bocca. Le cromie protagoniste in questo caso sono sempre l’oro e l’argento. Scegliete un solo punto del viso, ma poi esagerate!

    E per il resto del make up, giocate con i fucsia e i bordeaux brillanti. Dark Dedicato a chi ama le emozioni intense e si sente molto sicura di sé, questo mood piace per la sua femminilità camouflage. Seduce con l’aggressività di una mini inguinale su un anfibio borchiato, un rossetto viola sulle labbra e unghie rouge noir . Indispensabili i kajal cremosi come gli eyeliner liquidi o in gel, per sbizzarrirsi con grafismi e stili diversi: il tratto netto un po’ vintage o una doppia riga che disegna una coda per occhi da gatta. Gli ombretti? Il mauve sfumato in grigi scuri o il binomio optical giocato bianco e nero. Red Classico, ma sempre terribilmente chic : è lo stile che punta sulla bocca accendendola di rosso, iconico come quello indossato da Marilyn Monroe in Come sposare un milionario .

    Le più stilose, avvolte da un tubino full black e in bilico su décolleté stile Manolo, opteranno per una carnagione diafana e uno sguardo enfatizzato dall’eyeliner. Altrimenti fatevi tentare da uno smoky eye sorprendente, che dal nero sfuma nel bordeaux. Le unghie? Neanche a dirlo: laccate lucide, in rouge o in nero.

    IMAXTREE stellare la Polvere secret star Di stroili (¤ 14,90). base dorata con Diorific PerfumeD illuminating PowDer (¤ 68,68).
    lucente DiamonD eyeliner Di PuPa (¤ 13,60).
    shiny luce Pura con il glossissimo Di DeBorah milano (¤ 6,90).
    grafismi minimal chic con la ligne graPhique Bronze Di chanel (¤ 38,50). extra il mascara voluminous Di l’oréal Paris (¤ 6,90).
    rubino satinato, colorPlay sanD Di DeBBy (¤ 5,90).

    gold! glamour Puro con lo smalto oro Di collistar (¤ 6,60).
    polveri preziose marroni, Bronzi e oro nella Palette Di yves saint laurent (¤ 58).
    Poudre ispirazione mauve con il quad di ombretti n. 02 Galaxy di clinique (¤ 40).
    sfumature in bianco e nero con i 5 ombretti della palette di estée lauder (¤ 52,95).
    nero argento il mascara Hypnôse doll eyes di lancôme (¤ 34,63).

    smoky eye più deciso con ombre minérale n. 15 black sparkle di clarins (¤ 22,40).
    magnetica la cromia illusion d’ombre 837 Fatal di cHanel (¤ 29,50).
    sulle ciglia i posticci di mac lasH n. 34 (¤ 13,11). deeP PurPle ametHyst cream lipstick di dolce & Gabbana (¤ 34).
    caldissimo il rosa baby di hypnose star etincelle edition midnight noir di lancÔme (¤ 34,50).
    ciglia stretch con il mascara eyes to kill di giorgio armani, che allunga e infoltisce (¤ 29).

    assoluto rosso iconico per l’absolue rouge n. 189 l’etincelle di lancÔme (¤ 38).
    cangiante il rossetto color riche million carats ruby di l’oréal paris (¤ 17,50).
    rosso fuoco lo smalto diorific Vernis n. 751 marilyn di dior (¤ 25,20).
    raffinata la tonalità del nail lacquer di tom ford (¤ 32,26).
    precisissimo l’eyeliner in gel fluidline della collezione diVine night di mac (¤ 18,30).


  8. Su di tono!

    gennaio 14, 2014 by Francesca

    È stato un anno a tinte forti: capelli con i colori dell’arcobaleno, eyeliner fluo e sguardi ultra black anni 50, unghie che brillano di grafismi e paillettes. E il trend continua…

    Non ci sono dubbi: il pantone è stato il vero protagonista del 2013, parola d’ordine no limits . Abbiamo potuto sfoggiare le acconciature più pazze: screziate di rosa, di blu, di verde, giallo e viola, sapendo che era il momento giusto. E sicure che, dopo, sarebbe bastato uno shampoo a cancellare ogni traccia di follia. Tinte allegre e facili: per farle in casa basta una bomboletta spray e anche per questo sono un trend che continuerà. Le tinte forti hanno rubato la scena al nero profondo anche nel make up: il classico eyeliner, liquido o in gel, rigorosamente black, che crea occhi da gatta effetto Fifties, si abbina ai toni acidi o fluo di stilo ad alta precisione.

    Come una serigrafia di Andy Warhol, anche la nail art è diventata pazza e fantasiosa. Unghie iper colorate scintillano con paillettes e glitter. E quelle di noi più audaci osano disegni dai temi hot o con motivi crackling. Il prossimo anno, via libera alle texture sabbia per un effetto sfaccettato e luccicante. JEREMY SCOTT, ALEXANDER HERCHOVITCH, ANNA SUI, MARC VALVO, JEAN-PAUL GAULTIER, MARC VALVO, MOSCHINO, IMAXTREE, GALLERY STOCK CONTRASTO HaircHalk di l’oreal professionnel (€ 47). aqua liNer di Make up forever (€ 23,90). Nail lacquer di Mac (€ 15,63). colorplay saNd di debby (€ 5,90).


  9. La vera seduzione è un battito di ciglia

    gennaio 13, 2014 by Francesca

    I mascara del futuro sono già qui. Grazie ad alta tecnologia, equilibrata alchimia tra brosse e formula, performance straordinarie e spazzolini che sembrano piccoli oggetti di design, il sogno di uno sguardo magnetico è diventato realtà. Il mascara oggi non è solo un trucco per rendere più definito e intenso lo sguardo, ma anche un gesto civettuolo da esibire. Merito di tubi sempre più attraenti, piacevoli da guardare, e da utilizzare, e di spazzolini dalle forme futuribili. «Mai rinunciare al mascara, perché accende la luce dello sguardo. L’occhio sembra subito più sveglio, aperto e brillante, anche se siete stanche e magari avete fatto le ore piccole», suggerisce Simone Belli, national make up artist L’Oréal Paris.

    «Se fino a poco tempo fa era maggiore la differenziazione tra quelli allunganti e incurvanti, oggi sempre più frequentemente si può ottenere tutto in un solo prodotto. Grazie a spazzolini a metà strada tra bacchette magiche e strumenti di precisione. Possono essere allo stesso tempo rigidi per allungare, e flessibili, con setole a diverse lunghezze, per catturare anche le ciglia più piccole e sottili, con effetto incurvante. I pigmenti sono sempre più high tech e permettono di ottenere un nero intenso e brillante. Inoltre spesso le formule del prodotto sono trattanti e contengono agenti idratanti, rinforzanti e protettivi, per uno sguardo magnetico sin dalla prima passata e ciglia più belle e forti nel tempo». Attenzione a quando rimuovete il mascara. Usate un batuffolo imbevuto di struccante o una salviettina apposita, applicando un movimento delicato dalla radice alla punta, senza strofinare.

    Vibrante, Sublima lo SGuardo. il Suo applicatore è iSpirato ai pieGaciGlia profeSSionali per donare alle ciGlia, rinforzandole, una Spettacolare curVatura. ha formula allunGante e zero SbaVature. Diorshow Iconic Overcurl di Dior (33,41 €).
    Rende le ciglia piene, spesse ed extra fitte Mascara Vamp! di Pupa (12 €).
    È cremoso, nutriente e apre le ciglia “a ventaglio” Mascara Intensificante di L’Erbolario (12 €, in farmacia ed erboristeria).
    My Eyes Mascara 3 Dimension di IncaRose ha una brosse a pettine per separare le ciglia, agenti rinforzanti e pigmenti carbon black (14 €, in farmacia ed erboristeria).
    Definisce le ciglia aumentandone il volume e rendendole più evidenti grazie a pigmenti intensi e a lunga durata Mega Volume Collagene h 24 di L’Oréal Paris (19,99 €).
    Brow Drama di Maybelline New York disciplina e disegna la forma delle sopracciglia (9,99 €).
    Ha uno spazzolino a clessidra per una copertura totale delle ciglia il mascara Better Than Sex di Too Faced (23,50 € da Sephora).
    A effetto tridimensionale, Mascara Shock di Collistar contiene nella sua formula un supercomplesso di cere naturali e resine per ciglia dal volume definito (22,50 €).


  10. Brunello Cucinelli cresce con la collezione sartoriale

    gennaio 11, 2014 by Francesca

    Brunello Cucinelli debutta in Fortezza da Basso con la prima collezione sartoriale uomo; collezione con la quale il marchio di luxury apparel umbro debutta nel mondo del su misura maschile. Il gruppo da 251,7 milioni di euro nei nove mesi 2013 (in crescita del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2012) si era già affacciato da diverse stagioni nel segmento degli abiti maschili con alcune proposte che avevano iniziato a indicare una direzione, come la mens suite grigia completamente destrutturata e in tessuto stretch. Ma adesso è l’ora del salto di qualità, o meglio Cucinelli è già pronto a presentare i frutti dell’acquisto della storica fabbrica del marchio D’Avenza (vedere MFF del 3 settembre 2013) e dell’ingaggio dei 56 dipendenti altamente specializzati che erano in carico alla sartoria carrarese.

    Per vedere e toccare con mano il risultato, bisognerà attendere questa mattina. Intanto, a meno di quattro mesi dalla firma, lo stilista-imprenditore umbro è pronto ad alzare il sipario sulla sua nuova avventura in questa intervista a MFF. Cucinelli, com’è stato l’impatto con le maestranze D’Avenza, che hanno alle spalle decenni di abiti iperformali e ipercostruiti? È stato ottimo. Certo, è stato necessario modificare delle abitudini, nel modo di vedere e di costruire gli abiti. Ma hanno una sapienza sartoriale straordinaria e quindi hanno imparato subito a guardare e a costruire il prodotto diversamente. Cosa può anticipare di questa prima collezione sartoriale? Innanzitutto vorrei premettere a chi ci rivolgiamo: soprattutto ai giovani. Voglio riavvicinare i giovani all’abito formale, e credo che ci sia voglia di formale fra i giovani.

    E la parola d’ordine della nostra proposta è leggerezza, leggerezza nei materiali, leggerezza nelle costruzioni. Stilisticamente parlando, come si presenterà? Più classica che country. Contemplerà anche proposte a doppio petto, e avrà una certa attenzione per il cappotto, perché vedo un ritorno del cappotto. Magari non lungo sino a sotto le ginocchia, ma nemmeno il cappottino corto. E nella cartella colori c’è molto utilizzo del blu e dei colori terra, su tonalità scelte per essere coerenti con la filosofia della collezione: decisamente formale, ma con leggerezza.