RSS Feed

Più snella in 3 giorni con bendaggi e fanghi

16/08/2013 by Francesca

Diventano utilissimi quando la cellulite è molto resistente e la ritenzione di liquidi non si risolve con un semplice massaggio. Ecco cosa consiglia Claudia Corradi, consulente tecnica ed estetista esperta Dermophisiologique a Milano. www.dermophisiologique.it I bendaggi drenanti Prima si esfolia la pelle a fondo, quindi gambe, glutei e fianchi vengono massaggiati con un tonico stimolante alle erbe per riattivare la circolazione linfatica. Dopo viene applicato un mix di oli essenziali e di sali minerali integrali del Mar Morto. Chiude il trattamento l’impacco finale con bende bagnate, da lasciare in posa mezz’ora. Già dopo le prime tre volte si può notare un ottimo risultato drenante.

I fanghi anticellulite. Il loro effetto è anche tonificante e snellente, proprio grazie all’azione termica. Per renderli più efficaci e sicuri per la pelle, si integrano con sostanze lenitive come azulene e camomilla. Si applicano sui punti critici e dopo mezz’ora si sciacquano. Il trattamento prosegue con un massaggio per il quale vengono utilizzati oli naturali di limone e mandorle ottenuti con spremitura a freddo. Già dopo le prime tre applicazioni la pelle appare più liscia, la cellulite superficiale risulta attenuata, così come l’effetto pelle a materasso.

Anche a casa vostra
1. Si stende come una crema, senza massaggiare, profuma e rilascia caffeina: Fango Bianco Anticellulite Pupa ( € 25).
2. Si massaggia con l’apposito guanto, si avvolge nella pellicola trasparente, e dopo 20/30 minuti si sciacqua con acqua tiepida. È il Fango D’Alghe Anticellulite di Collistar ( € 47).


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!