RSS Feed

Pullover Perchè anche l’inverno diventi caldissimo

07/01/2014 by Francesca

Non è mai passata di moda la maglieria. E oggi, in tempi di spending review, è ancora più attuale. E la lana è tornata ad essere la regina delle materie, perchè accompagna da sempre la storia dell’uomo, lo coccola dai primi vagiti alla maturità, con il suo essere naturale, ecosostenibile, totalmente rinnovabile. Quindi perfetta per i tempi che viviamo, e sempre molto moderna. Da qui la rivincita di alcune qualità pregiate come la lana merinos che viene dai pascoli australiani, e che in molti preferiscono perchè è ottima, resistente, calda, sicura, di prezzo ottimo.

Il lupetto nero Dunque una riscoperta che interessa aziende e stilisti affermati come giovani designer, una felice opportunità per il guardaroba maschile come per quello femminile. E torna in auge il pullover, ampio e confortevole o slim, che sta stracciando le felpe e le giacche, riprende slancio l’indossare la maglia di lana specie se è stilosa come quelle prodotte per il marchio Iceberg dalla Gilmar della famiglia Gerani che ha nella lavorazione della lana una cultura e una ricerca davvero al top.

Voglia di infilarsi in un pull di lana, come si faceva col lupetto nero o con il girocollo di shetland chinè che ora Miuccia Prada ha rilanciato nella collezione maschile di questo inverno come emblema della borghesia di ritorno. Maglie sportive come i cardigan dai grossi punti di Roy Roger’s ma anche elegantissime come quelle di Lamberto Losani che puntano a una femminilità discreta, preziose come abiti da sera se a rilievi goffrati come nella collezione di Brunello Cucinelli, completi composti da tunica e pantaloni, gonne a ruota, tubini sempreverdi. E tanti accessori in maglieria, fino alle borse, e alla calze da educanda.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!