RSS Feed

Regali in cambio di voti

23/05/2011 by Francesca

Arrivano le elezioni e alcune brutte, vecchie pratiche sembrano non scomparire mai. Da Napoli, città dove si svolge una delle sfide più importanti, arriva la denuncia che i voti ai partiti vengono scambiati con soldi, pacchi di beni alimentari e perfino con i biglietti per vedere le partite di Cavani e Hamsik al San Paolo.

Voti comprati in cambio di pacchi di alimentari, soldi e biglietti e abbonamenti per le partite del Napoli. Lo denunciano i Verdi. “Chiediamo alla Questura e alla Dia di attivarsi immediatamente per verificare la compravendita di voti attraverso la distribuzione di pacchi di alimentari abbinati a 50 euro e addirittura biglietti per le partite del Napoli e abbonamenti per l’ anno prossimo”, dichiara il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che stamane ha realizzato un tour in alcune zone a rischio della citta’ di Napoli, come i Quartieri Spagnoli e il Pallonetto di Santa Lucia, con il commissario regionale del partito Francesco Emilio Borrelli “In alcuni seggi come quelli del Pallonetto di Santa Lucia o ai Quartieri Spagnoli, o a Scampia e Secondigliano si stanno investendo centinaia di migliaia di euro per accaparrarsi i voti come stanno segnalando tanti cittadini – continua Bonelli – Per quanto ci riguarda verificheremo anche i movimenti dell’ ex Consigliere Alajo che e’ risceso in campo per Lettieri.

Un problema di natura elettorale proviene anche da uno stabilimento della Fiat. Sel, il partito di Vendola, denuncia che non vengono concessi permessi ai dipendenti che devono fare i rappresentanti di lista ai seggi.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!