RSS Feed

Regalo un libro

21/03/2012 by Francesca

EDDY IL SANTO Jakob Arjouni MARCOS Y MARCOS pp. 224, euro 14,50 Traduzione di dina Maneri II tedesco Arjouni, celebre per gli «etno-thriller» con il detective turco Kemal, torna con un romanzo picaresco: protagonista Eddy, suonatore di strada e truffatore accorto e fantasioso nel combinare occasionali imbrogli e fugaci incontri amorosi. Afargli perdere la prudenza e trovare il vero amore, sarà il casuale e drammatico scontro con un imprenditore odiato dalla Berlino operaia.

INSEPARABILI. IL FUOCO AMICO DEI RICORDI Alessandro Piperno MONDADORI pp. 351, euro 20 Segnati dall’accusa di molestie ad una tredicenne che ha travolto il padre nel precedente Persecuzione, i due fratelli Pontecorvo sono diventati adulti con una madre onnipresente. Fra successi e fallimenti, lo scrittore romano Piperno li segue fino al catartico finale in un intreccio di sesso e complesso d’Edipo, senso di colpa ed ebraismo, sotto l’aleggiare della morte.

SCENDE GIÙ PER TOLEDO Giuseppe Patroni Griffi DALAÌ EDITORE pp. 139, euro 15 Nel 75 il regista Patroni Griffi ambientò nella sua Napoli un romanzo breve struggente e pieno di umorismo, che ora viene ristampato. Racconta la storia di Rosalinda Sprint, un esaltato e cervellotico femminiello in cerca del vero amore. Ma l’amore assoluto, si sa, non esiste, non per Rosalinda né per le sue compagne che si aggirano nei quartieri barocchi e decadenti senza perdere l’ottimismo.

VENIVAMO TUTTE PER MARE Julie Otsuka BOLLATI BORINCHIERI pp. 143, euro 13 Traduzione di Silvia Paresrhi Sono i cenci che vanno all’aria, diceva Manzoni. Anche la scrittrice californiana ci ricorda che i grandi eventi collettivi ignorano le tragedie dei singoli. Così fu per le tante donne giapponesi che, nel primo dopoguerra, raggiunsero mariti e padri emigrati in America. Nuova lingua, nuovi usi, un secondo conflitto mondiale che ne avrebbe fatto delle indesiderate.

COME NASCE UNA DITTATURA Giovanni Borgognone LATERZA pp. 265, euro 19 Le violenze degli squadristi, la lucida strategia di Mussolini, gli errori dell’opposizione. Con una cronaca battente, Giovanni Borgognone, ricercatore all’università di Torino, ci fa rivivere il terribile semestre successivo al delitto Matteotti (10 giugno 1924) che portò il nostro Paese alla perdita definitiva della libertà.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!