RSS Feed

Regole per lo shopping natalizio

19/12/2011 by Francesca

Ogni anno, con il Natale alle porte e i negozi presi d’assalto, solennemente promettiamo di non commettere
più lo stesso errore, e ogni anno puntualmente ci ricaschiamo. Di cosa stiamo parlando? Dello spettro che
almeno una volta nella vita ha angosciato tutti noi: la corsa all’acquisto dell’ultimo minuto. Vuoi per mancanza
di tempo, vuoi per disorganizzazione o pigrizia cronica, alzi la mano chi non si è mai ritrovato a perlustrare in
fretta e furia le vie dello shopping la vigilia di Natale alla ricerca di una soluzione in extremis per non
rimediare una brutta figura al momento dello scambio dei regali. Però, si sa, la fretta è cattiva consigliera e si
finisce per accontentarsi di un acquisto dettato dall’urgenza, con il rischio di deludere il destinatario del dono:
a questo punto la brutta figura è garantita. Per evitare che anche il Natale 2011 sia funestato dall’ansia da
regalo, l’unica soluzione è pianificare una strategia, alla stregua del comandante che prepara a tavolino il
piano di battaglia.

Il primo passo consiste nel compilare un elenco delle persone a cui vogliamo fare un
presente, anche piccolo: familiari, amici, eventualmente colleghi di lavoro o conoscenti. Tenendo presenti i
gusti e le necessità di ciascuno, identificheremo quindi una rosa di prodotti che potrebbero risultare graditi:
accessori o capi di abbigliamento per genitori e zii, un gioiello per la moglie, l’ultimo gadget tecnologico per il
fidanzato, la bottiglia di whisky single malt per il collega intenditore. Di fronte alla crisi di idee che
puntualmente vi coglierà in questo frangente, verranno in vostro soccorso riviste, depliant e Internet, che vi
permetteranno di farvi un’idea di prodotti e prezzi senza necessariamente perdere tempo a perlustrare
negozi.

Per evitare di mettere a dura prova il portafoglio risulta utile anche stabilire in anticipo il budget per
ciascun acquisto: in questo modo l’appuntamento con l’estratto conto del bancomat o della carta di credito
risulterà meno traumatico. Una volta definite le idee regalo, scatta la seconda fase: predisporre un itinerario
che permetta di concentrare gli acquisti in un numero limitato di negozi, così da ottimizzare i tempi e portare a
compimento l’impresa in due o tre ore. Se non volete finire per sgomitare nella ressa o accapigliarvi con altri
acquirenti agguerriti, per il vostro shopping scegliete per quanto possibile un giorno feriale, oppure un
momento della giornata in cui si registra un minore afflusso di clienti. Lista alla mano, idee chiare,
determinazione e soprattutto scarpe comode: la missione “regalo di Natale” può cominciare!


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!