RSS Feed

Scarpe, una su due è sneaker

26/01/2015 by Francesca

Nulla è più come prima nella moda dove ormai sono i giovani a lanciare le tendenze. «Un buyer di Selfridges mi ha detto che oggi le sneaker valgono il 50 per cento del mercato delle scarpe da uomo. È incredibile come le cose siano cambiate», racconta Patric Cox, raffinato designer (già negli Anni 80 creava scarpe per Vivienne Westwood) arrivato al Pitti di a Firenze – il salone della moda maschile con le linee per il prossimo autunno/inverno – per presentare la collezione creata per Geox. «Le sneaker sono diventate come piccole opere d’arte – spiega -, non c’è grande griffe che non le proponga, da Saint Laurent a Prada e Gucci». Cox mostra le sue: il mocassino in vitello marron trattato con tintura naturale con la suola a cassetta tono su tono; in pelle grigia o bianca con la suola in tono cucita a mano. Hanno la suola a cassetta scura anche mocassini e stringate di Harrys, marchio made in England prodotto in Italia con Daniele Pacini, che dipinge le scarpe a mano. Gli stivaletti Beatles di Moreschi sono un mix di lavorazione e materiali: pelle unita a tweed o tartan e la suola carrarmato in gomma 2,2 cm «per camminare soft». Da a.testoni, Bruno Fantechi mostra le scarpe in pelle piena di cuciture e la suola in gomma con tramezza in cuoio: «Sono la sintesi perfetta dell’artigianalità italiana applicata al mondo informale».

La Swinging London domina in un ritorno massiccio del polacchino (con suola in gomma) che dal napoletano Castori ha anche le sembianze di un mocassino in suede rialzato con una ghetta. «Il problema della moda è far divertire l’uomo nell’acquisto», ammette il designer-imprenditore Massimo Rebecchi mostrando giacche (anche da smoking) dall’estetica rustica e invece in jersey (stretch). Ovviamente ci sono anche i brand classici delle running che rilanciano, riempiendo le scarpe di tattoo. O.X.S. fa tatuare lo stivaletto da lavoro ecologico dal guinness record Alle Tattoo. Da Adidas è piena di cuori la tomaia in pelle stampata cocco e suola in gomma naturale. In seta stampata a palle di bigliardo la luxury tennis di Cesare Paciotti 4US arricchita da dettagli in vernice e metallo. Fluorescente quella di Alberto Premi, vincitore di «Who is on Next?» in ascesa.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!