RSS Feed

Sì, viaggiare. Con bagaglio a mano

17/06/2014 by Francesca

Possono contenere il cambio per una notte, il nécessaire per un fine settimana fuori porta o i documenti pù importanti (compresi laptop e tablet). La funzione non è importante. Quello che conta è che siano eleganti. Sono i borsoni da weekend, morbide sacche che all’occorrenza si trasformano in borse da palestra e cartelle da lavoro che possono però contenere anche camicia e cravatta per un appuntamento imprevisto. Quelle di questa estate sono morbide, hanno linee pulite, tracolle removibili e sistemi di aggancio per il trolley, pensate anche per chi viaggia in aereo. Fil rouge nella lavorazione è l’artigianalità.

Le pelli sono martellate, dal vitello in grana naturale, che dona alla borsa un aspetto vissuto, al camoscio spazzolato e rinforzato con bordi in cuoio. Fino alla vacchetta pieno fiore con un trattamento manuale, chiamato «distressed», che mette alla prova appositamente la pelle durante la fase di concia per renderla naturalmente imperfetta. Hanno costruzioni «a orecchie», studiate per aumentare la capacità, e scomparti interni pensati per accogliere i capi più delicati (in seta oppure in cotone) e gli accessori più fragili. I toni, infine, variano dal nero china con profili a contrasto al cuoio tinteggiato, con tamponi di lana passati a mano sulla pelle per esaltarne la naturalezza. Per i borsoni più sportivi, sfumature blu e verdi.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!