RSS Feed

Stile Grace anni ’60 per l’estate

12/05/2014 by Francesca

Donna. Diva. Principessa. Trendsetter, musa per stilisti, registi e scrittori. Grace Kelly fu tutto questo e ora dopo più di trent’anni dalla sua scomparsa spetta all’attrice Nicole Kidman interpretare l’icona di un’epoca che la gente stenta a dimenticare. E il film rilancia con forza uno stile che nel mondo della moda in tanti hanno sempre imitato; dalle passerelle alle vetrine l’immagine di Grace quest’estate sembra moltiplicarsi in un gioco di specchi infinito. Dagli spolverini agli abiti, dagli occhiali ai foulard, senza dimenticare la celebre Kelly. Attesissima nelle sale cinematografiche il 15 maggio, la tanto discussa pellicola “Grace di Monaco”, diretta dal regista francesce Olivier Dahan avrà il compito di aprire il prossimo Festival del cinema di Cannes.

IL PRINCIPATO Il film ci riporta al Principato di Monaco alla metà degli anni ’60, con Grace Kelly che vive a Palazzo Grimaldi già da sei anni con suo marito il Principe Ranieri III. La trama è incentrata sul difficile compito di conciliare la sua vita da moglie, madre e first lady del secondo paese più piccolo del mondo con la voglia di tornare a fare cinema, (su richiesta di Hitchcock) proprio nel momento critico in cui la ragion di Stato richiede la sua presenza a Palazzo; il presidente de Gaulle reclama le tasse dai monegaschi e minaccia di annettere il principato alla Francia con la forza.
Nel cast, oltre la camaleontica attrice, ci saranno Tim Roth, nei panni del Principe Ranieri, Roger Ashton Griffiths che interpreterà Hitchcock e Paz Vega, che interpreterà la Divina Maria Callas, molto amica della Principessa Grace. Un arduo lavoro per Dahan che ha dovuto lottare per mesi con i figli della principessa, ritoccare il copione e difendere il girato dagli attacchi della produzione che alla fine avrebbe voluto apportare dei cambiamenti sostanziali.

OCCHIALI CAT-EYE Un inno agli anni ’60 e all’eleganza di quel periodo, riproposta fedelmente dal costumista Gigi Lepage, con abiti vintage e di grandi firme come Hermes, con la sua Kelly Bag, realizzata all’epoca per la Principessa. Spolverini color pastello, abiti con gonne a ruota, occhiali cat-eye, un guardaroba che tutt’ora possiamo ammirare sulle passerelle di questa primavera estate. A far da protagonista sicuramente le creazioni di alta gioielleria realizzate da Cartier. Grace Kelly è stata una delle clienti più fedeli e prestigiose della maison, sia a Parigi che a Monaco. Era di Cartier l’anello di fidanzamento che il principe Ranieri le aveva regalato il 5 gennaio 1956, un anno dopo l’incontro durante il Festival di Cannes: un diamante taglio smeraldo di 10.47 carati, incastonato in due diamanti leggermente più piccoli e taglio baguette su montatura in platino. Per il film, la maison ne ha realizzato una fedele riproduzione: lo stesso è accaduto, con l’approvazione della Corte, per cinque dei gioielli Cartier sfoggiati da Grace nel corso degli anni e facenti parte del tesoro reale (tra cui una tiara di rubini e diamanti, un girocollo composto da tre fili di diamanti), che per le decine di regali firmati Cartier che ricevette per il matrimonio. Si aggiungono anche pezzi di alta gioielleria “contemporanea” indossati dalla Kidman nel film, lo splendido girocollo di smeraldi sfoggiato da Paz Vega e gli orologi e accessori degli interpreti maschili.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!