RSS Feed

Stivali da yeti (senza calze), passamontagna di cristalli Il gioco degli estremi

05/01/2015 by Francesca

È bastato che Isabel Marant sfilasse a Parigi con un paio di stivali pelosi per trasformare un’uscita in una moda. La stilista che ha resuscitato la scarpa da ginnastica nel guardaroba delle donne è riuscita in una nuova impresa: adesso le ragazze rivestono i piedi di pelliccia, con scarponi che una volta erano indossati in settimana bianca o per una improvvisa nevicata in città.

Prima ci si copriva, adesso si cerca di catturare gli sguardi degli altri con stivali da yeti e cappelli sferruzzati con stile. Niente di più lontano dalla innocente e indimenticabile berretta di lana di Ali Mc Graw in Love Story : i cappelli e gli stivali non devono coprire dai rigidi inverni del New England, ma rendere unici chi li indossa. Gli accessori «estremi» – cuffie o stivali che siano – sono il chiodo fisso di questo inverno e sono fatti per stupire e mischiare le carte. Erika Cavallini ha bordato con una veletta da cerimonia la più classica cuffia in lana, Brunello Cucinelli ha spuntato lo stivaletto alla caviglia ricoperto in lana di cachemire, inaugurando un gioco del vedo-non vedo declinato fino alla punta dei piedi. Per un Tommy Hilfiger che ha percorso fino in fondo il tema del caldo inverno, con una collezione in cui lo stile da alpinista e l’ossessione tartan permeano ogni centimetro di stoffa, ci sono altri che contaminano schiene scoperte e nuche nascoste.

Le cagoule portate in passerella con abiti da sera da Dolce & Gabbana per quest’inverno sono un modo fiabesco per sognare, ma con la testa al caldo. Quelle ricoperte di cristalli Swarovski sono un passamontagna pensato al «rovescio»: chi lo indossa non sarà invisibile, ma indimenticabile. Se Kristina Ti ha pensato a un copricapo da badessa in pelliccia di volpe, French Connection e Jucca hanno giocato con il loro dna giovane e hanno sferruzzato berrette con pom pom o da cheerleader.

Il gioco del finto caldo, già iniziato sulle spiagge delle California, con gli stivali Ugg indossati con il bikini in piena estate, prosegue ora anche in inverno. Doposci e stivali in montone si portano senza calze, magari con un abito da cocktail, per svecchiare look altrimenti troppo cerimoniosi. Adesso i Mou, i boots in stile navajo amati dalle celebrities, si indossano anche la notte di Capodanno, magari sulla neve, con hot-pants in paillettes o abitini scivolosi in seta. Karl Lagerfeld, come teatro per la sua moda ha immaginato un supermercato di lusso, dove Cara Delevigne fa spesa in tailleur rosa e stivali da wrestler. Anche per le giornate di pioggia, una semplice galoche non basta più: Miu Miu ha bordato con una coulisse in gabardine i suoi stivali di gomma lucida e per le più eccentriche ha aggiunto un tacco di cinque centimetri, per non cedere alla comodità casual neppure quando ci sarebbe la scusa del brutto tempo.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!