RSS Feed

The male Side Of red

06/09/2012 by Francesca

Le sventure-avventure del signor Bonaventura sarebbero state le stesse se il mitico personaggio dei fumetti uscito nel 1917 dalla penna di Sergio Tofano non avesse indossato marsina, bombetta e scarpe color rosso fuoco? Probabilmente sì, ma quell’abbigliamento così inusuale e quel colore così azzardato per un uomo, soprattutto negli anni Venti, hanno contribuito a creare la sua fortuna e a renderlo riconoscibile in mezzo a mille. Ma bisogna ammetterlo, il rosso al maschile, in particolare nella versione total-look. è un colore difficile, che incute un certo timore. Un ‘colpo di vita’ che bisogna saper indossare con la giusta razione di coraggio e una buona propensione all’esibizionismo.

Nelle tonalità della sua palette accesa e. perché no anche passionale, è stato scelto come segno di riconoscimento da personaggi del calibro di Elvis Presley, Elton John, Rod Stewart e Michale Jackson: tutte star della musica che spesso non hanno fatto distinzione tra abiti di scena e vita da comune mortale. Preso a piccole dosi, come ingrediente che insaporisce l’immagine di un abito grigio fumo di Londra o un classico cinquetasche in denim, diventa il colore che fa la differenza. Lasciando ai più coraggiosi il total red, ci si può sbizzarrire con i tocchi infiammati degli accessori: sneakers borchiate da rocker, mocassini con nappine da lord inglese, scarponcini da alpinista e sportive da runner. Nascosti dietro a occhiali da pilota scarlatti, con al polso un orologio ‘segnaletico’ e in testa i cuffioni ben visibili si può essere sicuri di non passare inosservati: il rosso sta facendo bene il suo lavoro di colore up-to-date dell’inverno.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!