RSS Feed

Un cellulare in carbonio

13/05/2011 by Francesca

Costa 7700 euro il nuovo palmare Vertu, Constellation Quest disegnato ispirandosi al mondo dei motori sportivi. E’ realizzato in fibra di carbonio ed è dotato di scocca in PVD nero opaco, con dettagli in acciaio inossidabile lucidato o in oro 18 carati lucidato. Un pezzo da collezione, soprattutto per il mercato arabo.

La Vertu è una azienda anglo-finlandese produttrice di telefoni cellulari di lusso. Il design dei telefoni rifiniti a mano è per la maggior parte della produzione firmato da Frank Nuovo, in passato designer dei telefoni Nokia. La società conta circa 450 dipendenti e ha base a Church Crookham nell’Hampshire. Pur non presentando sotto il profilo giuridico alcun legame diretto, la società è de facto una consociata dell’azienda Nokia.

I cellulari della Vertu vengono prodotti a mano nella sede centrale di Church Crookham, da esperti istruiti per un anno nella “Vertu Training school”, la scuola fondata nel 2001 in cui i dipendenti imparano ad assemblare i cellulari a mano. Ogni cellulare è costruito da un solo artigiano, che appone al termine del lavoro il proprio marchio sul dispositivo. Viene fatto utilizzo di materiali pregiati: La struttura è in ceramica e titanio, con cuscinetti in rubino e circuiti in oro e Palladio, rifiniture preziose quali pelle primo fiore, acciaio, oro, pietre preziose e fibre di carbonio; una particolarità è l’uso delle stesse viti che vengono utilizzate per la fabbricazione degli orologi svizzeri. Il logo viene impresso sulle placche dei cellulari con metodi che lo rendono “virtualmente indistruttibile”, mentre il sistema di apertura si applica tramite un meccanismo brevettato. I cellulari vengono sottoposti a test che ne provano la resistenza; il test ultimo della resistenza del dispositivo è avvenuta nel 2005, quando un cellulare viene sottoposto al passaggio di una automobile, rimanendo intatto.

Anche gli aspetti sonori sono studiati con precisione: il click, cioè il suono che viene emesso nella digitazione, è stato studiato per essere il più gradevole possibile e nel luglio 2001 viene denominato “Perfect Click”. La suoneria caratteristica, chiamata “Sandpiper”, è stata composta dal duo britannico Zero 7 nel gennaio del 2001, e viene riarrangiata in modo diverso per ogni linea di modelli. Una serie di tre suonerie, inoltre, è stata composta dall’autore britannico David Arnold.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!