RSS Feed

Uomo d’inverno, libero e bello

02/02/2015 by Francesca

A complicarsi la vita lui non ci pensa proprio. È questa la tendenza che emerge chiaramente dall’87a edizione di Pitti Immagine Uomo a Firenze, davvero intasata di presenze di espositori e visitatori, dove si presentano abiti, accessori e look per il prossimo autunno/inverno. Va bene essere presentabile, affascinante, finanche stiloso, ma aderenze eccessive, tessuti, accessori e ammennicoli vari che stravolgono la figura e indolenziscono fisico e giornata i maschietti preferiscono lasciarli alle donne, che sono notoriamente più dedite alla sofferenza per l’estetica. L’uomo, proprio per semplificare il tutto, evita persino di farsi la barba ogni giorno, anche se, poi, cura peluria e pelle del viso grazie a un beauty-case di ragguardevoli dimensioni. Il quotidiano si fa rilassato grazia alla vigorosa leggerezza del vestire comodo, ma non per questo trasandato. Lo disegna così Margaret Howell, la stilista inglese che ha inaugurato ieri boutique e ufficio produzione italiani, perché «i vestiti devono essere comodi e di materiali di qualità. Portandoli ci si deve sentire bene, a proprio agio».

GLI AVIATORI Brunello Cucinelli, non a caso, con i suoi capi segue da sempre il concetto di casual sartoriale, perché l’abito non deve più essere completato solo da camicia e cravatta. Così, sotto la giacca meglio indossare una felpa oppure un gilet leggero in piuma d’oca che ricalca le forme di un chiodo smanicato, ribaltando il concetto del sopra e sotto. Le sovrapposizioni sono declinate fin nel cappotto, che prende ispirazione anche dai montgomery e dai giubbotti da aviatore e che copre maggiormente le gambe, non più fasciate in pantaloni dal fit eccessivamente snello, ma morbidi sui fianchi grazie a impercettibili pinces. Scomporre e ricomporre, scardinare il completo è la sfida che Seventy lancia all’ uomo, proponendo giacche in mohair che ricalcano le maglie nella loro morbidezza e comfort, lana che si mischia a piuma, nylon lavorato come un tessuto e piumini stretch che seguono ogni movimento senza ingolfare. Ingram segue questo criterio per le camicie, con microstampe su jersey, con colli destrutturati, stecca estraibile e fitting estremamente confortevole.

CAVALLINO IN 3D Vestibilità portata all’estremo anche da Tombolini, col suo completo Zero Gravity, che pesa meno di 400 grammi grazie a tessuti e cuciture impalpabili realizzate con macchine speciali. Sensazione eterea (e anche un po’ elitaria) che si prova indossando la nuova felpa Prince Tees, in cashmere e cotone, disponibile con e senza cappuccio, disegnata con prodigi tessili da Enzo Fusco con Emanuele Filiberto seguendo il mood sporty chic. A questa tendenza strizza l’occhio anche Superga con le nuove sneaker in cavallino tridimensionale, in lana o con borchie gommate, adatte anche sotto l’abito buono. Proprio quello stravolto da Niccolò Mugnaini per Enn+W, la linea che opta per giacche destrutturate, pantaloni ampi lunghi o al polpaccio di chiara derivazione streetwear e gilet tweed con inserti denim.

IL MALANDRINO Le “strane coppie” sono privilegiate da Moreschi, con le sue calzature in lana tartan e pelle tricolor spazzolata e tinta più volte e con suola che non appesantisce mai la camminata. Del resto, l’uomo è uno, nessuno e centomila. Fred Perry, famoso per le sue polo da bravo ragazzo di buona famiglia, abbraccia il rock, il punk e l’uomo un po’ malandrino con le nuove collezioni e collaborazioni. La moltitudine in una sola persona lo si è fino alla punta dei piedi. Lo sottolinea emblematicamente la scarpa a.testoni che fa incontrare vitello martellato e liscio grazie a una linea curva.

SUOLE FLESSIBILI Le morbidezze caratterizzano la suola del modello Nebula di Geox, la city runner superleggera e dalla massima aderenza, che gareggia, in quanto a innovazione, con l’altro pezzo forte del brand, Amphibox, totalmente impermeabile e dalla suola flessibile. A completare il look nel segno della libertà ci pensa Full Spot con la sua nuova borsa maschile O bag Folder. La sua particolarità è essere una cartella componibile a piacere, dalla patta agli interni, modulabili in base al proprio lavoro e stile di vita. Leggerissima, ha il corpo centrale in gomma, mentre la patta si può scegliere in più materiali e colori.


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!